Diffrazione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Table of contents

Unità correlate:

Interferenza

Livello di difficoltà: 1

Obiettivo:

  • Studiare la diffrazione prodotta da una singola fenditura.

Prerequisiti:

  • principio di Huygens;
  • principio di sovrapposizione
  • interferenza
  • diffrazione

Descrizione dell'applet:

L'applet mostra l'effetto della diffrazione prodotta da una fenditura investita da un'onda luminosa, nella direzione perpendicolare alla fenditura stessa.Uno schermo posto oltre l'ostacolo permette di visualizzare la figura di diffrazione.

Istruzioni per l'utilizzo dell'applet:

Tre cursori permettono di modificare i parametri dai quali dipende la figura di diffrazione:

  • Un primo cursore permette di regolare la lunghezza d'onda della luce incidente,variandola nellospettro visibile. Il valore minimo consentito è 400.0nm, quello massimo è di 700.0nm.
  • Il secondo consente di modificare l'ampiezza della fenditura da un minimo di 0.1mm ad un massimo di 0.5mm.
  • Il terzo cursore permette di modificare la distanza dello schermo dalla fenditura, variandola tra 230cm e 509cm.

Accanto ad ognuno dei tasti compaiono delle finestre che mostrano i valori numerici delle gandezze selezionate.

Una ulteriore finestra permette di selezionare la visualizzazione delle sole frange, del grafico della luce diffratta oppure di entrambe.

Nella parte superiore della schermata compare un bottone che se schiacciato permette di dimezzare l'mpiezza della fenditura. Accanto ad esso vengono forniti i valori dell'intensità massima di luce, come frazione dell'intensità della luce incidente, e l'ampiezza del picco centrale.

Clicca per visualizzare l'applet (http://www.ba.infn.it/~fisi2005/animazioni/preview_anim2.php?dir1=anim014&id=014)

Scheda di lavoro diffrazione