Il diario delle parole ritrovate/The diary of found again words


When I have a new or a found again word that interests me, I search it
on Internet, so I won't forget it easily.
Col passare degli anni e l'accumularsi delle esperienze spesso capita di scordare i nomi di persone e cose che pure sono vivide nella memoria. In questo diario parlero' di queste parole perdute e ritrovate. Diario scritto in: 1 ,2 ,3 ,4 ,5 ,6 ,7

sclerare


[8 Maggio 2016 ] Negli ultimi tempi sono rimasto perplesso sentento sempre piu' spesso questa parola mai udita prima. Pensavo a qualche errata traduzione di parola inglese in film doppiati. Ma una rapida ricerca su un servizio di Google che riporta la frequenza di parole sui libri dal 1800 a oggi ha svelato l'arcano. In pratica abbiamo cominciato a "sclerare" dal 1988 e da allora la parola sta avendo sempre piu' successo nel significato di "sragionare" (da arteriosclerosi che fa sragionare gli anziani). E' evidentemente una parola popolare tra i giovani ma quasi totalmente assente dal linguaggio degli italiani della generazione precedente.

Madrid

madrid : Plaza de Espana
[14 Gennaio 2016 ] Sono stato in questa citta' per la prima volta la scorsa estate. Il mio albergo si trovava vicino a porta Toledo a meta' strada tra il palazzo Reale e la stazione centrale di Atocha (quella del giardino). Salendo su si arrivava a Plaza Mayor. Mi chiedevo quale fosse il centro. Vicino a Plaza Mayor c'era un po' di movimento ma non poteva essere il centro. Sono stato solo per qualche giorno con un caldo infernale. Stavo per andare via senza aver scoperto il centro di questa citta'. O almeno un grande supermercato o centro commerciale dove potersi ristorare nella calura opprimente. L'ultima mattina ho deciso di visitare la chiesa di Sant'Antonio della Florida con la tomba e una splendida decorazione di Goya.Dopo la visita ho deciso di tornare a piedi. Mi sono fermato un po' nel primo centro commerciale scoperto proprio nella vecchia stazione in disuso vicino la chiesa. Uscito fuori nel caldo infernale ho cercato di prendere l'unica strada che doveva andare verso il palazzo reale, dopodiche' sapevo come andare a plaza Mayor e quindi da via Toledo tornare a piazza Toledo e l'albergo. Ho cominciato a camminare in una strada trafficata di macchine che non prometteva molto e che comunque a un certo punto finiva sotto un ponte. I pedoni potevano pero' salire in un giardino. E dopo un poco ho visto la vera piazza centrale di Madrid : la piazza di Spagna col monumento a Cervantes sovrastato da un edificio enorme. A destra una strada dal nome indicativo: La Gran Via. Ed infatti era la via dei negozi, dei cinema e dei supermercati. Mi ha fatto anche piu' impressione con l'asfalto bollente a quasi 40. Mi sono fermato spesso a rifocillarmi. Dopo un po' di giri sono riuscito a ritrovare la Plaza Mayor e da li a tornare a porta Toledo felice per aver scoperto il centro di questa incredibile citta'.

MOOC, Daphne Koller, Coursera


[5 Settembre 2013 ] I MOOC (Massive Open Online Course) sono corsi online a livello universitario che possono essere seguiti gratis da migliaia se non centinaia di migliaia di persone. Questi sono prodotti da docenti e universita' di altissimo livello. Possono essere utili in vari contesti.In generale il modello attuale di istruzione fatta a piccole classi con docenti che fanno lezioni ed esami viene completamente stravolto: tutto il materiale didattico e le lezioni vengono da pochi docenti eccellenti; lo studente studia alla velocita' che ritiene piu' opportuna; i docenti locali si concentrano sul tutoring degli studenti e gli esami. Funzionera? Intanto guardatevi questo magnifico video fatto da chi sta gia' mettendo in pratica tutto questo: si tratta di Daphne Koller una ex docente universitaria a capo della Coursera. (E' in inglese con sottotitoli italiani)

Schadenfreude, Zitterbewegung, Doppelgaenger


[5 Settembre 2013 ] E' raro che parole tedesche vengano usate nel linguaggio comune fuori della Germania. D'altra parte la lingua tedesca permette di creare con grande facilita' nuove parole componendo piu' parole semplici. Questo spiega la fortuna fuori della Germania dei 3 termini che indicano dei fenomeni che andrebbero, ad esempio, in italiano indicati con una complessa frase : "Schadenfreude:provare gioia delle disgrazie altrui" "Zitterbewegung:moto paradossale di oggetti quantistici non dovuto all'azione di forze" "Doppelgaenger:fenomeno che consiste nel vedere una copia spettrale di se stessi"

La Schadenfreude e' composta da "Schaden:danno" e "Freude:gioia" ,si pronuncia "sciadenfroide", ed e' in maiuscolo perche' cosi' vengono scritti i sostantivi in tedesco. Sua manifestazione e' il fatto di mettersi a ridere se uno scivola e cade.Molti programmi televisivi e video popolari su youtube sfruttano questa reazione innata presente in ciascuno di noi.

Zitterbewegung si legge come e' scritta ed e' composta da "Zitter:tremolante " e "Bewegung:movimento". Si tratta di un termine di fisica che indica un fenomeno previsto teoricamente da Dirac nel 1930 con la sua famosa equazione ma verificata solo negli ultimi anni in un esperimento con ioni. Praticamente Dirac previde che in particolari condizioni oggetti quantistici anche se non soggetti a forze erano soggetti a movimenti oscillatori di altissima frequenza: la Zitterbewegung .

Doppelgaenger in effetti in tedesco si scrive con l'a con i 2 puntini(umlaut) che viene letta con un suono a ed e; per il resto si legge come e' scritta ed e' composta da "Doppel:doppio" e "Gaenger: dal verbo gehen andare, significa andante,che cammina". In pratica indica un vostro sosia spettrale che appare a voi stessi oppure ad amici o conoscenti. In questo caso viene visto in posti dove voi non potevate esserci in quel momento. E' alla base di storie inventate ma anche riportate in buona fede da persone degne di fiducia. Di solito, ma non sempre , vedere il Doppelgaenger e' un presagio funesto. Per questo e' alla base di molti film dell'orrore. Ad esempio uno dei piu' recenti e' "Cigno Nero".

Firenze, Inferno, Galleria degli Uffizi, Sindrome di Stendhal


[9 Agosto 2013 ] Non avevo mai visitato Firenze. Quest'anno ho potuto girarla in lungo e in largo per un mese. Nello stesso mese e' stato pubblicato Inferno dall'autore del Codice da Vinci. Il libro e' un'ottima introduzione romanzata alle bellezze di Firenze e a Dante, il fiorentino piu' famoso. Sembra quasi che sia stato sponsorizzato dal sindaco di Firenze. Ebbene (quasi) tutte le notizie su Firenze riportate sono vere: dal corridoio "segreto" che collegava i palazzi del granduca, all'uscita segreta da Palazzo Vecchio attraverso la mappa dell'Armenia nella sala delle carte geografiche.

Il clou della visita di Firenze e' la Galleria degli Uffizi e solo dopo averla vista si capisce cos'e' la Sindrome di Stendhal. Questo non e' un museo "didattico" dove tutto e' disposto in ordine per valorizzare al massimo le singole opere. Si tratta invece di una specie di capsula del tempo costruita dai granduchi in una specie di astronave di vetro che sovrasta Firenze e che contiene alla rinfusa le migliaia di opere raccolte dai Medici prima e dai Lorena dopo. E' come entrare in una realta' virtuale del 700 in cui i granduchi in persona ci guidano. Anche il bar del museo e' alloggiato in una terrazza esclusiva da dove si puo vedere Firenze ma non si puo' essere visti dai palazzi vicini (eccetto Palazzo Vecchio che apparteneva anch'esso ai granduchi). Il risultato e' una sensazione di sovraccarico sensoriale : la sindrome di Stendhal.

Di Firenze e Dante e' stato detto tutto ma spero che il romanzo (e il film che ne seguira') fara' scoprire questa incredibile citta' e la Divina Commedia a un numero molto piu' grande di persone di tutto il mondo. La mia visita si e' conclusa nel modo migliore con Benigni che spiegava a una piazza Santa Croce piena di gente il canto di Ulisse dell'Inferno.

dead ringer

film con titolo dead ringer
[8 Luglio 2013 ] dead ringer: ecco una curiosa espressione inglese. Significa "duplicato esatto" di qualcosa. Ma specialmente se avete visto i due spaventosi film "Dead ringers" Inseparabili e "Dead ringer" Chi giace nella mia bara? potete pensare che il termine abbia un connotato macabro per la presenza di "dead" e poi cos'e' questo "ringer" un suonatore di campane? Invece per un inglese l'espessione non ha alcun connotato particolare ma significa proprio "copia" (ringer) esatta (dead). Cosi' viene applicato a persone come un sosia perfetto , due gemelli indistinguibili, un oggetto che riproduce perfettamente un'altro. "dead" e' un aggettivo inglese che significa non solo morto,inanimato ma anche esatto, certissimo,sicurissimo. Con questo significato si usa anche come avverbio. Ad esempio io posso essere "dead certain" sicuro al cento per cento oppure "dead on time" in perfetto orario.

street art,invader

risultati ricerca invader a google images
[23 Aprile 2013 ] Se cercate invader su Google Immagini scoprirete delle strane riproduzioni a mosaico dei personaggi di uno dei primi videogiochi "Space invaders". Queste riproduzioni si ritrovano in tutte le maggiori citta' del mondo. Anch'io anni fa ne avevo vista una su un ponte di Ginevra. Solo l'altro giorno vedendo il documentario Exit through the gift shop ho conosciuto la straordinaria storia dietro questi mosaici ed altri esempi di street art.

dark matter,materia scura,AMS

risultati ricerca dark matter a google images
[12 Aprile 2013 ] Se cercate dark matter su Google Immagini, ottenete per lo piu' delle immagini di raggruppamenti di oggetti celesti avvolti da una luce bluastra o rossastra che rappresenta appunto la "materia scura". Come se la materia scura emanasse una luce che la rende visibile mentre in effetti e' scura perche' e' invisibile. Allora come si fa a visualizzare? Perche' e' possibile misurare il moto dei corpi celesti e da questo risalire alla forza di gravita' che l'ha prodotto e quindi alla massa. Ora questa massa calcolata a partire dal moto e' invariabilmente almeno cinque volte superiore alla massa della materia visibile! La luce bluastra rappresenta questo fondo di materia invisibile presente dappertutto nell'universo. Un po' come i neutrini(e gli antineutrini) che si trovano dappertutto nell'universo e che interagendo pochissimo con la materia ordinaria formano una specie di mondo fantasma parallelo. Con la differenza che hanno pochissima o zero massa e quindi non possono essere loro la materia scura. Invece si pensa che un altro tipo di particelle presente ovunque ma in quantita' piccolissima rispetto ai neutrini e cioe' il positrone (l'antiparticella dell'elettrone) potrebbe dare informazioni che potrebbero far risalire alla particella di cui e' fatta la materia oscura. Per questo il modulo AMS della stazione spaziale sta misurando il flusso di positroni che ci arriva dallo spazio. Se e' uniforme e con precise energie potrebbe provenire dalla disintegrazione della materia oscura. Insomma la caccia alla materia oscura e' aperta e probabilmente a breve termine ne sentiremo delle belle.

Programmazione Agile

video TED sulla programmazione agile in famiglia
[14 Marzo 2013 ] Un video TED sulla programmazione agile in famiglia? Non vi dice niente? Naturalmente no. La metodologia "agile" e' di moda per programmare i computer e non per tirare avanti una famiglia. Ma Bruce Feiler non sembra essere d'accordo, anzi sembra aver trovato il modo per mettere ordine nel caos della sua e di altre famiglie moderne. Pensate: una lavagna con una checklist di cose da fare per il giorno che ogni membro della famiglia segna ogni volta che ha terminato uno dei suoi compiti. Poi una riunione di fine settimana per discutere di come sono andate le cose e per programmare i compiti per la prossima settimana. Il video e' in inglese ma c'e' per aiutare a capirlo anche una trascrizione in inglese.

connectome,The Human Connectome Project

risultati ricerca connectome a google images
[7 Marzo 2013 ] Se cercate connectome su Google Immagini, ottenete una serie variopinta di immagini del cervello. Si tratta dell'ultimo grido in fatto di visualizzazione del cervello; il connectome appunto. Cioe' una mappa delle connessioni tra i neuroni del cervello creata anch'essa dalla tecnica MRI ma rappresentando la cosiddetta materia bianca che connette le varie parti del cervello. Nell'immagine si vedono solo le connessioni attivate dall'attivita' cerebrale della persona nella macchina. Seguendo il funzionamento del cervello per parecchi minuti e' possibile fare una mappa completa delle connessioni del singolo individuo. Questa mappa puo' cambiare con l'eta' e anche da individuo a individuo. Un progetto appena iniziato in America, l'Human Connectome Project vuole raccogliere e rendere disponibili le mappe di centinaia di individui in modo da poter individuare a partire da queste sia disturbi mentali che particolari capacita'. Ad esempio sembrerebbe che individui con tratti autistici siano caratterizzati da un cervello connesso in maniera diversa da un cervello "normale". Ma anche persone che hanno acquisito capacita' eccellenti in un singolo campo come la musica potrebbero aver sviluppato alcuni connessioni particolari. D'altronde si sa che quando impariamo ad esempio ad andare in macchina, all'inizio usiamo le connessioni "normali". Ma una volta che abbiamo imparato, il processo della guida diventa automatico e questo significa probabilmente che abbiamo sviluppato delle nuove connessioni specializzate che ci permettono di esercitare senza sforzo tale attivita'.

Sursum corda, Ite missa est, Pater noster


[5 Marzo 2013] Queste frasi in latino, per me sono collegate direttamente al dialetto del mio paese perche' sono della generazione che ha assistito fino ad oltre 10 anni alle messe in latino, ascoltando in latino anche le principali preghiere . Dato che mantengo una pagina web sul dialetto del mio paese, qualcuno mi ha chiesto di avere una trascrizione del Padre Nostro nel mio dialetto. Allora mi sono reso conto che, sebbene il dialetto sia la mia lingua madre, non ho mai ascoltato questa e le altre preghiere in dialetto ma solo in latino o in italiano. Queste parole suonavano per noi ragazzi strane e incomprensibili ma sono rimaste vivide nella mia memoria. Sursum corda(In alto i cuori) ci faceva immaginare una corda che saliva su e "Ite missa est" era la frase alla quale stavamo piu' attenti, perche' indicava la fine della messa e dava via a un festoso fuggi fuggi.

aspie,Sindrome di Asperger, DSM, neurotipico, malattie dello spettro autistico, aspie test

risultati del quiz aspie
[1 Marzo 2013 ] Si sussurra che Billy Gates sia un aspie. Un aspie, cosa? In termini piu' scientifici, un individuo che presenta alcuni dei tratti previsti dal DSM (il manuale usato dagli psichiatri per diagnosticare le malattie mentali) per i disturbi dello spettro autistico.In particolare aspie si riferisce alla cosiddetta Sindrome di Asperger: una malattia dello spettro autistico che potrebbe essere descritta come un autismo piu' leggero in cui non ci sono problemi cognitivi o di linguaggio. Anzi alcuni "aspie" hanno intelligenza maggiore della media e di fatto non sono mai diagnosticati. Sembra che gli aspie siano piu' frequenti tra gli informatici e gli ingegneri. Ora un test presente in rete permette di scoprire se uno ha dei tratti aspie. Due risultati tipici del test li potete vedere nell'immagine sopra. A sinistra e' il risultato di una persona normale (detta anche, in gergo aspie, neurotipica), a destra quello di un aspie che presenta tutti i tratti previsti dal DSM per la Sindrome di Asperger. Come si vede dai risultati di Google images per "aspie test" molti risultati sono intermedi tra questi due estremi. Questo vuol dire probabilmente che ognuno, pur essendo normale, puo' presentare alcuni di questi tratti in maniera leggera.

analemma

Analemma sul muro di una torre di Ginevra
[28 Gennaio 2013 ] Se cercate "analemma" in Google immagini , scoprirete centinaia di immagini dove e' presente una curiosa figura geometrica, una specie di 8 deformato. Fino a poco tempo fa non sapevo cosa fosse l'analemma, finche' sotto una torre dove saro' passato centinaia se non migliaia di volte, non ho visto la stessa figura delle immagini riportate da Google. La figura disegnata sul muro e' sotto una specie di "padella" con un foro nel centro. Per capire cos'e' l'analemma dovette arrivare qui a mezzogiorno in un giorno di sole. Allora vedrete il piccolo cerchio luminoso prodotto dalla "padella" finire esattamente sulla curva ad 8. Questa posizione varia di poco ogni giorno e durante l'intero anno percorre tutta la curva. La foto e' stata presa a Gennaio quindi i 2 punti estremi dell'8 sono i 2 solstizi . Insomma il marchingegno e' un calendario che indica a ogni mezzogiorno la data approssimata. Alcune date sono scritte sul muro ma non si leggono facilmente. Su Google Images troverete anche degli analemmi creati direttamente sovrapponendo le immagini del sole prese dalla stessa posizione ed ora ogni giorno(o ogni pochi giorni) per un anno.

Le cancre heureux, wap, falsi amici, rital


[20 Dicembre 2012 ] Le cancre heureux? Chi era costui? Lo capite dalle immagini ritornate da Google?

Ho trovato questo titolo su un giornale francese. Questo e' interessante per due motivi: il primo e' che si tratta di un esempio di "falsi amici". Parole che in due lingue diverse si scrivono o pronunciano in maniera simile ma hanno significati completamente diversi. Queste parole nelle traduzioni fatte da "cancri" piu' o meno felici (avete capito: il cancro francese e' il somaro, il fannullone) creano frasi indimenticabili come: "la bugia che illumina la stanza" (bougie francese e' una candela), la gattina del dottore (Gattin in tedesco e' la moglie), la gabbia dell'ape allo zoo(ape in inglese e' una scimmia antropomorfa),etc...

Ma questa parola ricorda un altra cosa interessante. Penso che ogni italiano, anche se conosce il significato di "cancre" in francese, leggendola in un testo ha una reazione emotiva inconscia. Il fatto e' che alcune parole della nostra lingua madre sono cariche di contenuto emotivo e ci portano inconsciamente a richiamare ricordi tristi o anche allegri. Questo fatto porta spesso all'impossibilita' di ragionare in maniera razionale su problemi che ci colpiscono profondamente. D'altra parte parole straniere anche se cariche emotivamente a noi non fanno ne' caldo ne freddo. Vi offendete se un americano vi chiama "wap" oppure un francese "rital"? Eppure dovreste, perche' si tratta di appellazioni razziste verso i nostri connazionali negli USA e in Francia. Ma da questa constatazione possiamo trarre quello che sembra essere un valido consiglio: se conoscete abbastanza bene un'altra lingua, allora provate a fare questo esperimento. Prendete un problema che vi angoscia tanto da non riuscire a ragionarci e descrivetelo nella lingua straniera. Vedrete che riuscirete a ragionarci con molto piu' distacco perche' le parole usate non evocano piu' grandi emozioni. Provare per credere.

bandiera italiana, bandiera svizzera


[3 Dicembre 2012 ] Questa volta non si tratta di ricordare una parola ma un colore. Veloci : le bandiere italiana e svizzera sono disegnate correttamente?

Ovviamente no. Perche' la sequenza dei colori nella bandiera italiana e' verde,bianco,rosso e la croce svizzera e' bianca su sfondo rosso quadrato. Sono due cose che non ricordo facilmente. Sembra che la cosa succeda spesso perche' il nostro cervello non memorizza separatamente le 2 immagini:verde,bianco,rosso e rosso,bianco,verde. Tutto quello che interessa al cervello e' memorizzare in un caso due bande verticale rosse e verdi separate da una banda centrale bianca e nell'altro una croce su uno sfondo.

Se ci pensate un momento la cosa ha senso: una bandiera italiana puo' essere vista da tante angolazioni e in alcune di queste la sequenza puo' diventare:rosso , bianco, verde ma l'importante e' che venga riconosciuta come la bandiera italiana! Lo stesso e' per quella svizzera con la forma quadrata contenente una croce. Insomma se pensate che la nostra straordinaria capacita' di memorizzare schemi in numero praticamente illimitato deriva dal fatto di riconoscere una tigre in tempo per scappare, il cervello ha considerato che era inutile memorizzare alcuni dettagli che vi avrebbero solo fatto perdere tempo!

Cio' che rimane di una vacanza: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7

[18 Settembre 2012 ] Poche parole per ricordare un luogo di vacanza, il verde, le passeggiate.

alfabeto telefonico, fare lo spelling


[25 Giugno 2012 ] Mi hanno chiesto di fare lo spelling del mio nome. Sono abituato a farlo in inglese e in francese ma in italiano? Ha! Si usano i nomi di citta'. Cosa si usa per Z e per O ? Ecco la lista completa: Ancona (facile), Bari o Bologna (superfacile), Como (perche' non Catania), Domodossola (indimenticabile),Empoli(la citta' da visitare solo perche' e' in questo alfabeto), Firenze,Genova,Hotel(!?),Imola, Jolly(!?),Kursaal(?!),Livorno,Milano,Napoli,Otranto (questo mi piace!), Palermo/Padova,Quarto(non lo avrei mai considerato), Roma, Savona/Salerno (avrei scelto Sassari), Torino/Taranto,Udine,Washington,Xilofono,Yogurt,Zara.

Chissa' quanto pagherebbe una citta' per essere inclusa in questa lista. Empoli, Imola, Domodossola, Como : ci sembra di conoscerli da sempre anche se siamo solo passati col treno qualche volta. Otranto,Taranto,Bari: niente male come pubblicita' turistica per la mia regione. Ma la piu' esotica di tutte e' Zara: penso che almeno una volta nella vita bisogna andare a visitare questa citta'. Ma attenzione non e' in Italia ma in Croazia e si chiama Zadar.

Un altro mistero. Perche' in italiano dobbiamo dire "fare lo spelling" e non sillabare, compitare, scandire una parola lettera per lettera. Perche' non lo facciamo quasi mai tranne per telefono (dove la qualita' dei suoni e' bassa). Invece i poveri francesi e soprattutto quelli di lingua inglese stanno in continuazione a fare lo spelling. L'italiano a quanto sembra e' una delle lingue piu' facili (si dice che si legge come si scrive) : invece in inglese sono molto comuni i casi di parole che si scrivono in maniera diversa ma si pronunciano allo stesso modo. Solo lo spelling ci permette di capire a quale parola si riferisce chi parla. Ad esempio: caret,carat,carrot si pronunciano allo stesso modo. I poveri alunni di lingua inglese nei test linguistici sono sempre un anno indietro rispetto a quelli italiani per questa complessita' della lingua. D'altra parte noi italiani abbiamo enormi difficolta' a pronunciare l'inglese e tendiamo a pronunciare allo stesso modo parole molto diverse come sheet e sh*t o piece and piss facendo ridere gli inglesi, mentre pronunceremo di sicuro caret, carat e carrot in maniera differente.

facebook, like

[27 Dicembre 2011 ] Ovviamente e' inutile che vi stia a spiegare cosa sia Facebook e cosa significa l'onnipresente bottone "like" o "Mi piace". Fatto sta che da oggi mi sono arreso ed ho aggiunto anch'io il famoso bottone a questa ed altre pagine che mantengo. Si , sono anch'io su facebook! L'unica mia scusa per essere entrato cosi' tardi su facebook e' che questa e altre pagine dove scrivo, sono nate molto prima che nascesse facebook. Il primo messaggio in questo "blog" e' del 1999.

noiraude, totoro, suie

[25 Novembre 2011 ] noiraude La parola noiraude mi era rimasta impressa dopo aver visto il film (in francese) Mon voisin Tororo cartone animato di Hayao Miyazaki (quello della Citta' incantata). La traduzione della parola ("di carnagione scura") non mi diceva granche'. Invece una ricerca alle immagini collegate alla parola mostrava in effetti una specie di batuffoli neri che compaiono nel film. Oltre a vacche e gatti neri. Allora ho capito che "noiraude" viene usato dai francesi per dare un nome ad animali domestici neri e corrisponde al nostro "nerina" (perche' e' femminile) usato in italiano come nome per un gatto nero. E nel film? I batuffoli sono in effetti delle palline di fuliggine (boules de suie in francese) incantate. I piccoli protagonisti del film le chiamano "le nerine". Queste compaiono spesso nei film di Miyazaki e formano scene indimenticabili dove sembrano come nugoli di scarafaggi velocissimi che escono dai pavimenti e dalle mura e poi scompaiono altrettanto veloci.

twitter, tweet, hashtag

[3 Novembre 2011 ] Ah non sapete cosa sono i cinguettii (tweets) sul sito di Twitter con i loro bravi hashtag? Ma allora vivete ancora nell'eta' della pietra. (Come me solo qualche giorno fa). Non sono uno di quelli che cinguetta in continuazione col suo telefonino ma i tweet sono una maniera per tenersi informato su cio' che sta succedendo nelle ultime ore in Italia e nel mondo. Basta seguire le "tendenze" di Twitter. Ad esempio in questo momento ci trovo "Monica Vitti" perche' compie 80 anni, piu' Papandreu, Grecia e altre simili piacevolezze legate alla situazione dell'euro. Alcune di queste parole hanno il cancelletto davanti: ad esempio adesso abbiamo #G20 #3nov #Cannes. Queste sono gli hashtag, cioe' parole usate per etichettare i tweet. Che non sono altro che messaggi lunghi quanto un SMS mandati a Internet invece che al telefono di un interlocutore. La "discussione" tra piu' persone (che riportano ad esempio un evento di attualita') e' facilitata con l'uso di queste parole chiave. L'SMS che collega due sole persone si amplifica, grazie a Internet, in una comunicazione globale tra centinaia e piu' persone. E' internet bellezza! (che si sostituisce ormai a stampa e televisione)

neretini, idruntini Francesca Muci

[12 Ottobre 2011 ] Ho comprato un DVD con un documentario RAI sui vecchi intitolato "Siamo tutti vecchi". Dopo averlo guardato mi sono reso conto che molti dei vecchi erano del Salento (conosco bene il dialetto). Ho fatto per curiosita' una ricerca su Internet del nome della regista. Ho scoperto cosi' che e' una famosa regista neretina(!?). Avrete capito che la regista e' di Nardo' (Neretum in latino) . In Italia ci sono molti paesi e citta' che riservano sorprese riguardo al nome degli abitanti come gli Idruntini di Otranto (Hydruntum in latino) per restare nel Salento.

macguffin, deadpan whodunit

[12 Ottobre 2011 ] Imdb ovvero l'internet movie database per un appassionato del cinema come me, e' un'affascinante miniera di fatti da interrogare in continuazione per scoprire interessanti relazioni tra i film. Con gli anni non cessa mai di stupirmi. Infatti solo adesso ho scoperto che e' possibile richiedere una lista di film in base a una parola chiave. Le tre parole citate le ho scoperte o riscoperte (alcune) in queste liste di parole chiavi che mostrano collegamenti inattesi tra film diversissimi. Ad esempio il "macguffin" e' solo un espediente alla base della trama. Il termine e' stato inventato da Hitchcock che ne ha fatto largamente uso come le bottiglie piene di uranio(sic!) di Notorius. "Deadpan" significa impassibile ma anche come nome "faccia di bronzo". Nei film indica un tipo di battuta recitata appunto senza ridere o mostrare alcuna emozione. Alcuni attori come Bill Murray o Kevin Spacey sono specializzati in questo tipo di umorismo. "Whodunit" letteralmente "Chi e' stato" indica il film giallo (o nero) dove tutta la trama si basa sullo scoprire chi ha commesso un delitto.

Freiburg in Breisgau

[7 Ottobre 2011 ] Sono stato da poco in questa cittadina tedesca ed e' stata una piacevole sorpresa. E' una piccola citta' all'interno della Foresta Nera piena di giovani , studenti della locale universita'. La citta' e' attraversata dal fiume Dreisam ed ha un caratteristico centro storico con un'impressionante cattedrale e i canali con acqua corrente ai bordi delle principali strade. E' al centro di una serie di sentieri per ciclisti o viandanti che attraversano tutta la regione. Probabilmente l'idea di visitarla e' venuta quando nella casa dove ho passato le vacanze , al confine tra Francia e Svizzera vicino a Ginevra, ho trovato dei souvenir di Freiburg (bicchieri, tovagliette, immagini). In particolare si faceva riferimento sui bicchieri al mercatino di Natale. Inizialmente ho pensato al Friburgo svizzero, che conosco bene ed ha una cattedrale simile. E invece era proprio l'altro Friburgo quello in Germania distante appena 50 chiometri da Basilea. Tra l'altro i posti con nome Freiburg sono numerosi perche' corrispondono all'italiano "Villafranca" "Francavilla" etc.

pizzoccheri

[4 Febbraio 2011 ] Come gli eschimesi hanno molti modi di chiamare la neve , gli italiani hanno centinaia se non migliaia di nomi di pasta. E' una incredibile "cultura" culinaria che unisce l'Italia costituendone una grande ricchezza . Il mio stesso cognome "zito" viene conosciuto in tutto il mondo perche' e' il nome di un tipo di pasta "i ziti" . Non c'e' modo migliore di visitare l'Italia che quello di assaggiare per ogni localita' la specialita' locale a base di pasta. Cosi' la Valtellina ha il sapore dei pizzoccheri. In questo centocinquantesimo anniversario dell'unita' d'italia che ci trova cosi' divisi, fa piacere pensare che gia' prima dell'unificazione tutto il mondo riconosceva tutti gli italiani indistintamente come i "macaroni" : il popolo della pasta.

p.r

[25 Gennaio 2011 ,3 ] In questo caso avevo dimenticato il cognome di una persona che ormai non vedevo da decenni. Una piccola ricerca sul Web e il cognome e' stato ritrovato.

Pani Bovaryova

[25 Gennaio 2011 ,3 ] Ho comprato a Praga il DVD di Madame Bovary girato da Chabrol ed aveva questo strano nome. Pani significa "Signora". Invece Bovaryova si rifa' alla curiosa usanza dei popoli slavi di chiamare la moglie di Pinco Pallino: signora Pallinova.

bg

[7 Gennaio 2011 ,3 ] L'ho incontrato su un autobus. Era un collega che non vedevo da molti anni. Riconoscevo la faccia ma il nome e tutto il resto era svanito dalla mia mente. Erano piu' di 10 anni che non lo vedevo. Cominciamo a parlare del piu' e del meno e cerco disperatamente di ricordare almeno il nome e da quale universita' venisse. Capisco che ora e' un big shot nel suo laboratorio ma non riesco ad avere qualche elemento in piu' per risalire al nome. E non ho il coraggio di chiederglielo. Dopo un po' scende dall'autobus. Nei giorni seguenti la sua faccia mi ritorna in mente ma senza niente di nuovo. Nessun indizio che mi permettesse di fare una ricerca su Internet e risalire alla persona. Poi c'e' stata la neve di Dicembre scorso: una neve imponente e dai giornali ho appreso che era dal 1985 che non nevicava cosi'. Allora mi sono ricordato di quando ho cercato di andare a piedi dall'albergo al centro della citta' al laboratorio che distava 6 chilometri e scoppio' una bufera di neve e G.B. mi "salvo'" facendomi salire sulla sua macchina.

poggiapentole

[2 Novembre 2010 ,3 ] Ogni tanto,come un tormentone, vedevo questi oggetti usati nella vita di tutti i giorni e cercavo di ricordare come si chiamassero. Poi l'altra notte un'illuminazione: si chiamano poggiaqualcosa. Sono andato su Google ricerca immagini ed ho cominciato con "poggiapiatti" ma ho ottenuto solo mensole. "Poggiapadelle" mi ritornava lo stesso immagini non familiari. Infine "poggiapentole" e ,bingo, proprio gli oggetti che cercavo.

fluctuat nec mergitur

[4 Agosto 2009 ] ,2 Una scritta in latino in una citta' straniera assieme ai soliti tag? Strano molto strano. Ma questa non e' una frase qualsiasi "Colpita dai flutti non affonda" ma e' il motto di Parigi e ritrovarla in una citta' svizzera di lingua francese forse non e' cosi' strano.

zizou, vol a la tire

[27 Giugno 2009 ] ,7 Mangiando in una pizzeria all'inizio di Rue des Alpes nel quartiere di Paquis a Ginevra ho assistito a un vol a la tire commesso da un zizou. Sembra che ormai in questo quartiere i furti con strappo sono diventati comuni. Sembra di essere a Bari Vecchia ai tempi d'oro, quando lo scippo per chi solo mostrasse di avere qualcosa di valore addosso, era sicuro. Non so perche' chiamano zizou gli scippatori che pero' qui vanno a piedi. Zizou e' il soprannome del calciatore Zinedine Zidane quello della testata che fece vincere la coppa del mondo all'italia.

grebe, svasso

[26 Giugno 2009 ] ,2 Divido la mia esistenza tra 2 citta': l'una sul mare e l'altra su un lago circa 1000 Km piu' a nord. Mi colpisce il fatto che , nonostante la distanza, posso trovare spesso gli stessi animali selvatici. Come le gazze , i gabbiani e questo grebe(in francese) che in italiano ha un nome stranissimo imparato proprio adesso grazie a Wikipedia :svasso. Ho visto tante volte uno svasso in mare proprio vicino a casa che si tuffava in continuazione, scompariva e poi riappariva alcune decine di metri lontano. Nella citta' sul lago , la popolazione di grebe e' molto piu' grande ed ho potuto assistere a una straordinaria danza nuziale con uno dei due che si tuffava e portava al partner quella che sembrava un'alga ripetendo in continuazione questa cerimonia.

alere flammam, lucem afferre

[6 Giugno 2009 ,6 ] Sono passato da via Sparano( la via principale di passeggio a Bari) migliaia di volte. Proprio davanti a Laterza ho alzato lo sguardo e in alto su una facciata decorata alla moda dell'inizio secolo XX ecco questa strana scritta in latino : Alere flammam lucem afferre". Ho subito fatto un po' di ricerche sul vocabolario di latino nella libreria ed ho scoperto che significa:Alimenta la fiamma, afferra la luce. Ma questo afferrare la luce inteso anche nel senso di conoscere il senso delle cose. Alere flammam e' un motto spesso usato nell'estensione Alere flammam veritatis. Tutto questo per avere alzato la testa per caso guardando la facciata di una casa in alto. Quante cose straordinarie ci sfuggono in posti che abbiamo visitato anche centinaia di volte? Un'altra prova : avendo visto la facciata della Cattedrale di San Nicola innumerevoli volte,pensavo di conoscerne ogni particolare. Oggi vedo un turista misurare la lunghezza del suo braccio sovrapponendolo a un segno presente su un mattone della facciata : capisco che si tratta di un antico campione di misura.

czech language

[9 Aprile 2009 ,3 ] Sono stato a Praga per una diecina di giorni.I cechi hanno una loro lingua per noi italiani quasi incomprensibile. In tutti questi giorni non sono riuscito a imparare nemmeno a dire "buon giorno" o "grazie". La cosa mi dispiace , perche' penso che la gente del posto , anche se ospitale, non deve essere molto contenta che il turista non faccia nessuno sforzo a capire e parlare almeno alcune parole base. Comunque i nomi dei vari quartieri e i sottotitoli al cinema (i cechi vedono quasi tutti i film non doppiati) mi hanno permesso di imparare un piccolo numero di vocaboli che riporto di seguito: Il ceco e' un linguaggio slavo ma a differenza del russo non viene scritto in cirillico. Comunque contiene alcuni caratteri speciali che richiedono una speciale tastiera. Ascoltandolo, questi caratteri producono dei suoni caratteristici , che caratterizzano il linguaggio. Ho una conoscenza molto limitata del russo (dovuta a un breve corso seguito) e mi e' sembrato di capire che i due linguaggi siano molto diversi.

drupal, joomla

[20 febbraio 2009 ,3 ] Ogni tanto vado nella mia libreria informatica preferita e scorro gli scaffali alla ricerca di novita'. I neologismi nei titoli dei libri sono la regola. Talvolta pero' si vede un neologismo che compare in piu' titoli. Allora deve essere una nuova ondata di tecniche che si stanno imponendo nel pazzo mondo dell'informatica in continua trasformazione. Dopo un po' cominci a ritrovare le stesse parole nei quotidiani in rubriche piu' o meno specializzate. Da qui poi passano agli articoli per tutti e al gergo popolare. Allora mi rendo conto che, se voglio mantenermi informato in quello che e' il mio campo di lavoro, devo assolutamente sapere cosa sono Drupal e Joomla. Un rapido sguardo a Wikipedia ed ecco il risultato: si tratta di 2 CMS che stanno diventando popolari. CMS sta per Content Management System : insomma dei programmi che dovete scaricare sul vostro computer se volete mettere su un sito Web sociale in piena regola. Ambedue i programmi sono open source ed hanno un supporto da parte di una consistente comunita' di esperti. Scusate l'eccessivo uso di gergo:se a voi piace usare Facebook non avete bisogno di imparare a usare Drupal o Joomla . Ma la gente che sta dietro Facebook o siti simili , per rendervi gradevole il vostro uso deve usare programmi come Drupal e Joomla.

Rene Magritte, Balthus, Heinz Schwarz

[8 Giugno 2008 ,4 ] Tre artisti del secolo passato. Rene Magritte e' senzaltro il piu' famoso. Le sue immagini surrealiste sono delle icone della vita moderna a cominciare dalla pipa che non e' una pipa all'uomo con una mela che ne nasconde la faccia ,etc, etc. Balthus (uno pseudonimo) e' invece il pittore di ritratti inquietanti che contengono quasi sempre un gatto dal "re dei gatti" al "gatto allo specchio" al "gatto del mediterraneo". Anche queste icone della modernita' . Il terzo Heinz Schwarz(1922-1994) e' invece praticamente sconosciuto fuori Ginevra. Non ha meritato finora nemmeno un piccolo articolo su Wikipedia. Era uno scultore e le sue statue le trovate nei parchi di Ginevra. La piu' famosa e' la "Clementine" della piazza principale della citta' vecchia che e' stata scelta da una militante come mezzo di espressione per le sue idee. Le sue statue sono fotografate in continuazione dai turisti e se fate una ricerca su flickr di geneva statue le trovate in continuazione come un motivo ricorrente.

joseph needham, science and civilization in china, Lu Gwei-djen, Bomb, Book and Compass

[25 Maggio 2008 ,5 ] Ho letto per la prima volta il "libro" di Joseph Needham sulla storia della scienza cinese circa 30 anni fa. E' un libro che mi ha colpito moltissimo. Ho messo "libro" entro apici perche' e' un'opera immensa ancora non terminata a cui Needham ha dedicato buona parte della sua vita. Esso mostra che la Cina fino al 1492 era in vantaggio rispetto all'Europa. Poi la scoperta dell'America da parte di Cristoforo Colombo e la rivoluzione scientifica europea cambio' tutto. La Cina solo recentemente negli ultimi 40 anni ha ripercorso da sola lo stesso cammino seguito dall'Europa. Leggendo il libro di Needham non c'era da dubitare che prima o poi ci sarebbe riuscita. E' straordinario come gia' ai tempi dell'impero romano, l'impero cinese fosse allo stesso livello della civilta' europea. I due imperi si conoscevano l'un l'altro attraverso le merci scambiate sulla via della seta. Ma le distanze erano enormi e nessun romano arrivo' in Cina come nessun cinese arrivo' a Roma. Adesso ci sembra incredibile ma la geografia a quei tempi creava dei confini invalicabili. I romani riuscivano ad arrivare forse in un mese fino ai confini dell'impero nella Turchia attuale ma da li per arrivare in Cina ci volevano anni su vie ostili e impraticabili.

Non conoscevo la storia di Joseph Needham e immaginavo fosse uno studioso inglese di lingue orientali. Il libro di Simon Winchester "Bomb, Book and Compass Joseph Needham and the Great Secrets of China" racconta questa storia ancora piu' straordinaria. Tra l'altro bomba (polvere da sparo), libro (carta e stampa) e bussola sono le tre scoperte piu' importanti che dobbiamo ai cinesi. Tornando a Needham: era un biochimico a Cambridge sposato con una sua collega anch'essa biochimica, e si avviava a una tranquilla vita di ricerca in un laboratorio, quando arrivarono nel 1936 (Needham aveva 36 anni) 3 nuovi studenti dalla Cina per studiare coi coniugi Needham. Uno di questi era Lu gwei-djen figlia di un farmacista . Needham si innamora della studentessa cinese e dopo alcuni mesi di relazione gli chiede come si scrive una parola in cinese (sigaretta perche' ne stavano fumando una). Nuovo colpo di fulmine : Needham si innamora del linguaggio cinese e riesce in alcuni anni a padroneggiarlo. A questo punto ora e' innamorato anche della Cina e della cultura cinese e nonostante la guerra (la Cina e' in parte occupata dai giapponesi) va in Cina nel 1942 e resta quattro anni . All'inizio ha un progetto vago che poi si concreta nel "libro":capire perche' la Cina e' stata superata dal 1492 in poi dall'Europa. Sposera' Lu Gwei-djen nel 1989 , 2 anni dopo la morte della moglie. Lui stesso ha vissuto fino all'eta' di 94 anni. Un'equipe di esperti ed un'apposita istituzione a Cambridge continua la stesura del Libro di Needham (e di Lu Gwei-djen).

khatchkar, croce armena

[22 Maggio 2008 ,3 ] Davanti San Nicola di Bari nel cosiddetto portico dei pellegrini c'e' una stele scolpita con una croce decorata con motivi floreali . Sotto la croce c'e' un disco. Una scritta bilingue intorno spiega che e' una "croce armena". Il suo nome originale e' appunto khatchkar ed ha un grande significato per questo popolo.

trousse

[2 Marzo 2008 ] ,4 Vi succede mai di guardare un oggetto che usate ogni giorno da anni e non ricordare assolutamente come si chiama. A me e' successo con il contenitore di oggetti per la toilette che si usa in viaggio. Forse il motivo e' che questo e' un oggetto che ho cominciato a usare dopo i 20 anni. Percio' non e' una parola della mia infanzia. L'altro giorno ho trovato in libreria un dizionario illustrato con cinque lingue (Italiano, Inglese, Francese, Tedesco, Spagnolo). Ho trovato facilmente l'oggetto e il suo nome in italiano secondo il libro e' trousse. Cioe' lo stesso nome che usano i francesi. La cosa non mi ha convinto molto. Faro' delle ricerche su Internet per ritrovare il nome . Questo dizionario e' molto bello e l'avrei comprato senonche' al tempo di Internet, comprare un mattone di alcuni chili, non ha piu' molto senso. Mi piacerebbe trovare qualcosa di simile su Internet. ebay sembra un ottimo sito per trovare nomi di oggetti a partire dall'immagine. Ho trovato almeno due alternative a trousse , necessaire oppure astuccio da viaggio. Trousse e' piu' usato per indicare un beauty case usato dalle donne per portarsi i cosmetici dietro.

etre bling-bling

[2 Marzo 2008 ] ,4 Dopo il matrimonio con Carlabruni' il presidente francese Sarko' noto per essere bing-bling , ha perso molto del suo carisma. Essere bling-bling significa ostentare la propria ricchezza e il proprio potere facendo risuonare i soldi o i gioielli che si portano addosso.

the heel of italy boot, le talon de la botte italienne

[9 Novembre 2007 ,3 ] La vista di immagini satellitari e' ora parte della nostra vita quotidiana. Ma le immagini di Google Maps sono un mosaico di molte immagini riprese magari in tempi diversi. Invece sul sito della Nasa Visible Earth possiamo ritrovare immagini come questa che ci da un'idea di come gli astronauti vedono dall'alto la nostra casa. Mi e' capitato qualche volta di vedere "il tallone dello stivale italiano" al cinema in un film (mi pare Space Cowboys di Clint Eastwood) oppure su qualche giornale straniero e provare un'emozione indescrivibile. Un po' come quella che abbiamo provato tutti nel vedere le prime immagini della terra vista dalla luna.

synoptic view, dystopic masterpiece

[1 Ottobre 2007,1] Mi sono reso conto che in un diario su carta uno indica ,per ogni annotazione, il giorno e il luogo dove e' stata fatta. E' quello che comincero' a fare d'ora in poi. E' quel numero che vedete dopo l'indicazione del giorno e che grazie a Google Maps immortala il luogo dove e' stata fatta questa annotazione. Sono nella mensa del Cern , nella zona dotata di tavolini rotondi dove la gente prende il caffe'. Sono all'interno dell'edificio e per fortuna Google Maps viene fermato dal tetto. Oggi c'e' il sole e fa abbastanza caldo, quindi avreste potuto trovarmi anche nel prato oppure sotto gli alberi che si vedono vicini. La foto di GoogleMaps che sto osservando adesso non ha tavolini fuori, quindi dev'essere stata ripresa lo scorso inverno. Si vedono pochissime macchine e quindi doveva essere un giorno di festa.

Ma ora torniamo alle parole.Sono rimasto sorpreso da queste due frasi. La prima si riferiva a un'immagine che era una vista sinottica di un apparato sperimentale. Voleva dire vista,carta sinottica. Cioe' rappresentazione d'insieme schematica di qualcosa. In italiano non sembra si usi molto. L'altra frase invece era riferita al famoso film Blade Runner dystopic masterpiece by Ridley Scot.Per questa frase non c'e' equivalente italiano ma distopico non e' altro che il contrario di utopico. Cioe' il capolavorodi Ridley Scott basato su una pessimistica visione del futuro.Oltre a Blade Runner, altri famosi capolavori visionari pessimisti sono Brazil di terry Gillian e Terminator II di James Cameron.

Ovviamente, tra non molto tempo, quando scriveremo questi blog da telefonini o palmari dotati di GPS, tempo e luogo saranno annotati automaticamente ad ogni annotazione.Questo gia' succede adesso per il tempo nel caso delle foto digitali. Trovo davvero bellissimo poter guardare le mie foto nell'ordine in cui sono state scattate. Ho cominciato a usare una macchina digitale a Natale 2005 e da quella data la mia memoria episodica e' migliorata moltissimo. Prima di quella data tutto quello che mi succedeva con il passare degli anni si confondeva nella mia testa. Ora la macchina fotografica e' come un taccuino dove annoto tutto quello che mi succede e che posso scorrere velocemente ogni volta che voglio sul mio computer e rivedere in pochi minuti quello che mi e' successo durante tutto l'anno. Il sommario delle foto disposte in ordine di tempo fatto dal computer, diventa una carta sinottima della mia vita.

pintade

[28 Settembre 2007 ] Nel menu' di un ristorante francese, tra i piatti di cacciagione, c'era la pintade. Cosa diavolo e' la pintade? Potevo chiedere al camerire. Ma perche' rovinarmi la sorpresa: ho preso la pintade. Mi e' arrivato qualcosa che sembrava pollo. Sono rimasto un po' deluso.Il giorno dopo ho guardato sul vocabolario. Si trattava di faraona! Imparare le parole straniere in questo modo puo' essere un po' pericoloso ma di sicuro la parola non ve la scordate piu'.

Chemin des Borrax

L'inizio del Chemin de Borrax,Fattoria a Chevry,Il bivio dove si scende all'Allondon [11 Settembre 2007 ] Grazie all'incredibile dettaglio raggiunto dalle mappe di Google ora e' possibile documentare una passeggiata fatta durante le vacanze. Partiamo da Segny e seguiamo lo Chemin des Borrax. Sembra quasi di sentire il ruscello che scorre intorno alla strada. Proseguiamo per quello che ora Google chiama il "Sentier des Boraz" e poi ancora per la Rue des Moraines che passa davanti al cimitero di Chevry. Quindi per la via principale di questo paesino che passando davanti la chiesa gira a destra , attraversa la Ginevra-Gex e prosegue alla Rue du Chateau. Dopo un centinaio di metri siamo a un bivio. Davanti una stradina ci porta al corso dell'Allondon. A sinistra invece potremmo proseguire fino a Crozet e la sua funivia.

username password ,pincode

[7 Giugno 2007 ] All'inizio era divertente.Ogni volta che si cominciava a lavorare su un computer bisognava dare username e password. Ricordo che in certi periodi cambiavo la password ogni giorno. Poi e' nata Internet e il ciberspazio. Ormai i computer che si contattano ogni giorno sono centinaia in tutto il mondo. Purtroppo alcuni di questi richiedono sempre username e password ed ora con circa 20-30 coppie username-password da ricordare, la cosa e' diventata un incubo. Se si usa sempre lo stesso browser (io uso Firefox) sempre sullo stesso computer la cosa e' sotto controllo. Do' al browser il compito di gestire le mie password. Posso anche guardarmi l'intera lista. Il problema sorge quando uso un altro computer/browser per accedere ai computer di Internet. Allora arriva il panico! Quale sara' il mio username per questo servizio: zito, gzito, zito@ba.infn.it, giuseppe.zito@ba.infn.it, etc Questo solo per l'username. Ricordarsi poi anche la password e' quasi impossibile. Anche tenendo conto del fatto che alcuni servizi ti chiedono di cambiare la password ogni anno! Altri servizi richiedono in piu' oltre alla password anche un "pincode" cioe' un numero che nel caso dell'agenzia delle entrate e' di 10 cifre a caso.

I primi anni sono riuscito a cavarmela con una speciale pagina delle password in un'agenda cartacea che porto sempre con me. Il problema con questo metodo, e' che , al cambio di agenda, dovevo strappare la pagina delle password della vecchia agenda e includerla nella nuova. Cosi' ora mi ritrovo con un'agenda 2007 contenente 7 pagine di password.

Allora ho cambiato metodo. Ora uso una tecnica simile alla seguente che mi sembra molto piu' "umana". Consiste nell'avere un'unica password di base che puo' essere anche molto semplice e significativa per voi : data di nascita dei figli, etc. Dopodiche' vi inventate una maniera sistematica per creare nuove password usando questa password di base. Ad esempio aggiungendo per ogni servizio una sigla collegata al nome del servizio e aggiunta sempre allo stesso modo. A questo punto siete quasi a posto. L'ultimo passo che io uso e' di mandare a me stesso per ogni password creata o cambiata una mail col soggetto "password sul servizio tal dei tali". Nel corpo del mail scrivo in chiaro le informazioni tipo username. (Ricordatevi che questi mail possono finire in mani di estranei :sicuramente i gestori del servizio e poi da non escludere gli hacker). La password stessa e' invece riportata con una frase che per un estraneo non significa niente ma per voi vi ricorda immediatamente come avete formato la password a partire dalla parola base. E' importante,nello scrivere questo, tener conto che il presunto hacker che legge il vostro mail potrebbe anche conoscere una delle vostre password. Quindi quello che scrivete non deve permettergli di indovinare le altre!

In questo modo posso sopravvivere scrivendo pochissime password sulla mia agenda e cercando nei miei mail (che tengo ovviamente su Internet) tutte le altre.

Comunque non vedo l'ora che si arrivi ad avere una carta d'identita' unica del ciberspazio che ci permetta di accedere a tutti i servizi. Una chiave USB, una piccola schedina o addirittura un chip impiantato sottopelle. Vi avvicinate al computer e il computer vi riconosce. Dopodiche' provvede a fornirla a tutti i servizi cui volete accedere.

pense-bete

[30 Maggio 2007 ] Alcune parole francesi sono sorprendenti:pensare-bestia(?) per dire promemoria,annotazione,checklist,appunti,note?

La Strada,Plaza,Camera,Hollywood,Abc,Cosmo ,Massimo,Arena Jolly,Margherita,Oriente,Orfeo

[30 Aprile 2007 ] Ho visto Aida con Sophia Loren nel ruolo principale al cinema Massimo, il primo mitico Alien al Margherita e Shining al Plaza. Sale che ricordo benissimo nella memoria ma che ormai non esistono piu'. Quelle che hanno chiuso da poco sono state spazzate via dalle multisale. 13 schermi in un'unico supercinema! Altre chiuse ormai da decenni spazzate via dalla televisione. Ho la fortuna di dividere la mia vita tra due citta' che hanno un alto numero di cinema e molti di questi sono ancora al centro, e quindi non mi lamento. Anzi , andare in una multisala di tanto in tanto , e' un piacevole cambiamento.

1989(caduta del muro) ,1969(discesa sulla Luna)

[16 Aprile 2007 ] Il 1989 sara' ricordato dalla mia generazione come l'anno della caduta del muro. E' strano come adesso sia possibile parlare a una generazione che non sa nemmeno cosa fosse il muro. Inoltre ci preoccupiamo di cose come il terrorismo di Al Qaeda che al confronto del muro sono zero. La guerra fredda, questa paura continua di uno scoppio di una guerra atomica e poi nel 1989 la caduta del muro. Mi sono sentito rinascere. Anche se la gioia ormai l'abbiamo scordata, dovremmo ripensarci ogni tanto per mettere nella giusta prospettiva quello che ci succede adesso.Durante la mia vita di quasi sessanta anni solo un altro anno ha avuto un evento cosi' cruciale anche se completamente diverso: il 1969 e la discesa sulla Luna. Il 9 Novembre 1989 e il 20 Luglio 1969 sono due di quelle poche date in cui ricordo dove ero e cosa facevo.Due date di cambiamenti magici in meglio.

1947-2007

[22 Marzo 2007 ] C'e' una donna che riesce a ricordare per ogni giorno della sua vita a partire da una certa data, cosa ha fatto e cosa e' successo. La donna e' nata nel 1965 ma la sua eccezionale memoria autobiografica comincia dal 1974.

Nel mio caso la memoria e' cosi' cattiva che nemmeno se mi danno solo l'anno riesco a ricordarmi di qualche evento importante successo in quell'anno. Be questo non e' vero in generale. Per questo stavo pensando di cercare di migliorare la mia memoria autobiografica facendo come si fa su certi giornali per gli attori: dietro il nome si mette entro parentesi il film piu' famoso interpretato, cosi' la gente capisce subito di chi si parla. Ad esempio Liza Minnelli(Cabaret), Dustin Hoffmann(Cane di Paglia),Jack Nicholson (Shining), etc..

Per alcuni anni questo e' facile : sono successi eventi fondamentali nella nostra vita : 1972(nascita del primo figlio) , 1981 (morte di un parente), 1994 (anno che sono stato legato sentimentalmene con X) e cosi via. Per altri anni puo' essere un evento esterno a catalizzare la nostra memoria per vari motivi: nel mio caso 1980(terremoto dell'Irpinia) perche' alcuni parenti vivevano da quelle parti. Perche' l'evento funzioni deve essere qualcosa che ci ha coinvolti personalmente in modo da permetterci di ricordare altre cose di quel periodo come se si esaminasse una capsula temporale ; cioe' una serie di oggetti tipici di un periodo nascosti da qualche parte a memoria futura. Le vacanze funzionano bene. Ho preso per alcuni anni una casa delle vacanza in luoghi sempre diversi e quindi per alcuni anni e' facile 1994(casa nel pese di Vattelapesca): penso alla casa e mi ritorna il ricordo di quel periodo. Anche le conferenze alle quali si e' partecipato possono funzionare bene perche' si tengono di solito su basi annuali. Nel mio caso 1991(chep91 Tzukuba),1992(chep92 Annecy),1994(Chep94 SanFrancisco),1997(chep97 Berlino),2004(chep04 Interlaken).
Un'altra cosa che puo' funzionare come capsula temporale e' un film di cui si ricorda dove si e' visto la prima:1977(Star Wars : cinema Rialto nella citta' di Y). 1979 (All that Jazz: cinema della citta' di M) etc..

provini , trailer

[22 Marzo 2007 ] Quando ero piccolo i trailer dei film si chiamavano provini. E' difficile far capire ai giovani di adesso bombardati da immagini, il fascino che esercitava su di noi il cinema. Ancora non avevamo la televisione in casa e in ogni caso le immagini televisive in bianco e nero da un solo canale non costituivano una sfida al cinema. A contribuire al fascino del cinema c'era il fatto che per motivi economici si andava a vederlo di rado. Ma quando si andava a vederlo era uno spettacolo magico. I provini, i cinegiornali e talvolta i documentari, contribuivano alla magia.Per due ore eravamo in un mondo completamente diverso dalla realta' che ci circondava.

venti , 20oz in ml

[6 Marzo 2007 ] Ho incontrato la parola "venti" in un articolo in inglese su Starbucks la catena mondiale di caffe'. Sono stato in qualcuno di questi caffe' dove servono il caffe' in bicchieroni. Penso che nonostante permettano di ordinare caffe' in centinaia di modalita', la misura minima e' 8 once cioe' un bicchiere chiamata short. Il venti e' ovviamente un bicchierone da 20 once. Nel mezzo il tall/small (12oz) e il grande/medium (16oz). Starbucks ha introdotto tutta una straordinaria nomeclatura spesso con parole italiane o pseudo italiane relative al caffe'. Questa pagina in inglese e' una specie di dizionario e ci trovate parole come misto, latte, cappuccino, macchiato, frappuccino, etc. Personalmente le once , come misure di liquidi, mi ricordano l'olio di ricino dell'infanzia che si comprava ad once. 1 2 o 3 once mescolate con latte erano le misure standard. Il caffe' Starbucks non e' una purga ma non e' certo il nostro caffe'. E' un concetto completamente diverso della bevanda a base di caffe'.Per provare qualcosa di nuovo non e' male. Ovviamente un venti bisogna goderselo almeno per un'ora al tavolino. Ed e' meglio prenderlo decaf se non si vuole passare la notte in bianco. Se invece volete la migliore approssimazione del cappuccino italiano, allora chiedete uno "short cappuccino".

dodo , couac

[28 Febbraio 2007 ] Due curiose parole francesi. Dodo e' nanna: cioe' usata per indicare il dormire ai bambini. Come si vede i francesi hanno lo stesso modo degli italiani di trasformare alcune parole per renderle comprensibili ai bambini.Cosi' abbiamo "lolo" per pappa, "caca" per cacca, "bobo" per bua, ferita (nel mio dialetto si dice mmimmi).
Invece couac significa stecca, nota stonata. La parola e' curiosa perche' viene proprio da qua' qua' il verso dell'oca. Ma viene usata spesso in senso figurato a indicare cadute di stile, piccoli errori:quello che noi chiamamo gaffe. Ultimamente si e' parlato molto dei couacs della campagna elettorale di Segolene Royal.

Shelley Duvall , Shining ,brain , labirinto

[15 Febbraio 2007 ] Time dedica una serie di articoli al cervello. In un'immagine il cervello viene presentato come un labirinto. Questo mi ha fatto ricordare il labirinto di Shining: il film di Kubrick da me preferito e forse il film che ho visto piu' volte nella mia vita. E' curioso che il film e' tratto da un romanzo di Stephen King in cui pero' il labirinto non c'e'. Il labirinto e' stato inventato da Kubrick ed e' diventato la chiave di volta del film. Il labirinto rappresenta appunto il cervello del protagonista Jack Nicholson che impazzisce. L'albergo viene presentato come un labirinto. Nella sala principale c'e' una rappresentazione in miniatura del labirinto di vegetazione costruito davanti l'albergo. E' nel labirinto che il figlio sfugge al padre che vuole ammazzarlo. Il padre non riesce a uscire e muore assiderato all'interno del labirinto. C'e' una scena rivelatrice: il padre guarda nella sala il modello del labirinto e ad un tratto ci accorgiamo che delle piccole figure sono al suo interno: il regista ci ha fatto passare dal modello all'oggetto reale. Il tempo stesso e' un labirinto, sembra suggerire Kubrick alla fine , quando ormai sembra tutto finito. Una lunga sequenza ci porta a una foto di alcuni decenni prima: e' un ballo e al centro c'e' lo stesso Jack Nicholson . Tutto prima o poi si ripete. Infine un'ultimo accenno agli attori.Shelley Duvall e' diventata per sempre l'attrice "Shining". Dopo questo film non ha avuto altri grandi ruoli. Jack Nicholson ovviamente ha fatto prima e dopo grandi film, ma la sua faccia mentre, armato di accetta, grida:sono a casa tesoro- e' ormai diventata un'icona del nostro tempo. Esiste un bellissimo documentario fatto dalla figlia di Kubrick sul film stesso e fa vedere come Shelley Duvall sia stata letteralmente risucchiata dal film ed abbia girato lo stesso in un perenne stato di stress.

Tobey Maguire , Jake Gyllenhaal , Wes Bentley

[2 Febbraio 2007 ] Essendo della generazione che aveva come attori di riferimento Mastroianni, Manfredi, etc., gli attori e le attrici giovani per me hanno tutti la stessa faccia. Ho visto questi tre attori in film diversi ed ero sicuro che fossero la stessa persona! Che errore: ora sto cominciando a distinguerli. Ma come si fa a scambiare Tobey Maguire(Spiderman) con Jake Gyllenhaal(Donnie Darko e Brokerback Mountain) con Wes Bentley (American Beauty)?

Heather Parisi

[31 Gennaio 2007 ] Non guardo la televisione. Non e' che la guardo poco, proprio non la guardo. Quindi non mi interessa conoscere i nomi dei personaggi televisivi. Almeno quelli di questi ultimi venti anni. Perche' fino a venti anni fa (ebbene sono ahime vecchio) la guardavo. E allora ogni tanto le facce delle vecchie star televisive si affacciano alla mia memoria. Pippo Baudo (una vecchia cariatide come me anzi piu' di me) presenta il festival di Sanremo con una bella bionda nonsocomesichiama. Quando vedevo la televisione lavorava con un'altra bionda e di questa vorrei ricordare il nome. Perche' la sua faccia e le sue danze mi tornano alla memoria. Stamattina, dopo tanto tempo, mi sono ricordato!

Slovenia euro

[4 Gennaio 2007 ] Questa non e' una moneta in euro della Slovenia:sono state introdotte solo dal primo Gennaio e ci vorra' del tempo perche' arrivino anche nel sud dell'Italia dove vivo. Ma e' una moneta dell'Austria e rappresenta il Palazzo della Secessione, un esempio di Art Noveau a Vienna. In effetti il fatto che la Slovenia entra nella zona euro mi ha portato a guardare le monete euro su Wikipedia.E' stato come fare una veloce escursione nella Storia, nell'Arte, nella Letteratura e tra le bellezze architettoniche europee. Con una veloce carrellata di re, principi e simboli di stati. Riflettevo sul fatto che anche se queste monete sono associate da molti a un rincaro generalizzato e ad un impoverimento collettivo, d'altra parte queste monete hanno contribuito a farci conoscere l'un l'altro meglio di tante altre cose introdotte dalla comunita' europea.Guardando una monetina capitata per caso nelle vostre tasche non vi viene voglia di farvi un viaggio a Vienna o a Compostela o a Berlino. Oppure andare a vedere il monte Triglav in Slovenia?

Serendipita' , I Vili , Becquerel Radioattivita' , Fermi neutroni fontana , Metaphor in mind , Claudatus Giustina

[28 Dicembre 2006 ] Serendipita' indica il fatto di trovare una cosa mentre se ne cerca un'altra.Qualche volta questo ha un aspetto magico e fortunato. Molte scoperte sono state fatte in questo modo:ad esempio la radioattivita' da parte di Becquerel. Becquerel stava studiando effetti fluorescenti prodotti dalla luce in alcuni minerali. Non pensava assolutamente che un minerale potesse emettere luce in maniera spontanea. Nonostante questo isolo' dalla luce esterna un campione di roccia e la mattina dopo' trovo' che aveva impressionato una lastra fotografica! Aveva scoperto "per caso" un nuovo tipo di radiazione.

Anche la scoperta da parte di Fermi che i neutroni lenti interagiscono con la materia molto piu' di quelli veloci, puo' essere considerata frutto di serendipita'. Se colpite un bersaglio con un proiettile non e' intuitivo che un proiettile lento riesca a colpire meglio il bersaglio! Fermi aveva cominciato a studiare in maniera sistematica cosa succedeva se si bombardava la materia coi neutroni. Una mattina ebbe una strana idea: circondo' il bersaglio con paraffina. Scopri che l'attivita' del bersaglio misurata dai contatori Geiger aumentava! Allora una lampadina gli si accese nel cervello: i neutroni rallentati dalla paraffina riuscivano a colpire meglio il bersaglio. Allora volle provare a rallentare i neutroni ancora di piu' usando l'acqua di una fontana con pesci. L'acqua aumentava di molto la radioattivita' del bersaglio.

In rete e' facile fare di queste scoperte. Magari per un motivo banale si incrocia qualcuno nella vita (ad esempio si ha bisogno di un dottore), si cerca in rete e si scopre qualche argomento interessante a cui non avevamo mai pensato. Oppure cercate qualche lontano parente e scoprite che ha scritto un libro.

phishing

[12 Giugno 2006 ] Ecco un'altra delle nuove parole di Internet che diventa parte dell'esperienza comune. L'altro giorno facendo la coda in un'ufficio postale, ho letto su dei cartelli una dettagliata e ben fatta illustrazione del phishing. Il sito web che fingendosi delle poste vi ruba la password per accedere alla carta di credito postale e con quella il denaro della carta.

geek ,folksonomy

[12 Maggio 2006 ] Essendo un geek ,appassionato del computer, il mio linguaggio quando parlo di cose collegate al computer, e' pieno di termini in inglese come file, directory, tag, etc... Ora queste parole le trovi ovunque usate da tutti, ma talvolta mi fa impressione trovarle ad esempio nel titolo di un libro venduto in edicola: "Guida al download". Mi chiedo se ora non stiamo esagerando e non dovremmo fare come i francesi che cercano di ribattezzare ogni termine inglese in francese. Per i francesi il mouse e' diventato souris (topo). Ve lo immaginate gli italiani che dicono : per ottenere questo devi cliccare col tasto destro del topo. Oppure invece di "Guida al download" "Guida allo scarico".

Secondo me in molti casi in cui stiamo parlando di un fenomeno/oggetto nuovo, l'uso della parola inglese si presta meglio a descriverlo.In ogni caso questa scelta avviene quasi in tutte le lingue. Data la rapida evoluzione del computer e di Internet , quasi ogni giorno nascono nuove parole da geek per descrivere nuovi fenomeni. Alcune di queste riguardano davvero solo il tecnico ed allora le riporto in un glossario creato appositamente, ma altre volte riguardano tutti ed allora eccomi qui a cercare di spiegare la folksonomy.

Assomiglia alla fisionomia o meglio fisiognomica, la classificazione di una persona a partire dai suoi lineamenti. La folksonomy e' la classificazione da parte di una comunita' online di materiali come pagine web, foto o anche solo di link a materiali online. La classificazione viene fatta da ciascuno liberamente usando un proprio vocabolario di parole dette tag. Guardando le parole create da una persona (nuvola di tag) e' possibile avere un'idea immediata degli interessi di quella persona. L'effetto "rivoluzionario" delle classificazioni folkosonomiche e' nella condivisioni delle classificazioni degli appartenenti alla comunita' che permette la scoperta e la classificazione quasi instantanea di nuovo materiale online. Ad esempio : se ieri a Bari ,la mia citta', c'e' stata qualche manifestazione importante, posso andare alla comunita flickr e cercare usando la parola "bari" se ci sono foto di questa manifestazione. Le foto non provengono da giornali ma da passanti che hanno usato magari il loro telefonino e uploadato (che brutta parola!) la foto su flickr. Oppure posso vedere su delicious se c'e' qualche cosa di nuovo e interessante sul Web riguardante i frattali: anche qui facendo una ricerca con "frattali". Posso scoprire altre persone che hanno i miei stessi interessi e cosi' allargare la mia cerchia di amici.

drooling

[5 Maggio 2006 ] Drooling e' lo sbavare dei vecchi. E' strano ma certe parole inglesi come questa si ricordano facilmente perche' e' come se fossero in qualche maniera strana collegate al loro significato.

equazione , equation

[3 Aprile 2006 ] - Questi non sono caratteri cinesi ma si avvicinano. Wikipedia rende banale scrivere e leggere articoli su questi strani oggetti che sono le equazioni matematiche. Sembra che riescano a descrivere con pochi tratti come funziona il mondo. Queste straordinarie istruzioni di un premio Nobel della Fisica su come utilizzare Internet per studiare la Fisica e diventare un premio Nobel (prima di affrettarvi, vi avviso, ci vogliono minimo 5 anni e non e' cosa da tutti), mi ha fatto ricordare la mia lotta durante gli studi universitari per cercare di scoprire il segreto dietro queste formule. Alla fine ho rinunciato e la mia impressione e' che nessuno conosca questo segreto e che il linguaggio matematico serva come i linguaggi tradizionali solo per facilitare lo scambio di idee tra esperti.Il che ovviamente non e' poco.

Shenzhen , Guangzhou

[27 Marzo 2006 ] Sembra un secolo. Venti anni fa ho collaborato per un anno con un fisico cinese di Pechino-Beijing IHEP(Tai-Jie Wang). Discutevamo ogni tanto della Cina.Del fatto che non ci fosse nessuna ragione perche' la Cina non diventasse una grande potenza industriale come il Giappone. Venti anni dopo eccomi servito. La Cina e' una grande potenza industriale. Il motivo per cui non dubitavo di questo era perche' dietro la Cina c'e' una grande civilta'. Proprio al Cern dove condividevo l'ufficio col collega cinese, avevo potuto leggere l'opera di Joseph Needham su : SCIENCE AND CIVILISATION IN CHINA .La Cina era fino alla fine del 1500 la piu' grande potenza mondiale con dietro una civilta' millenaria. Comunque e' arrivata l'ora di cominciare a imparare nuove parole cinesi. Nomi di citta' , metropoli, che sembrano spuntate dal nulla:Shenzhen e' una citta' a ridosso di Honk kong, mentre Guangzhou non e' altro che Canton. Caratteri cinesi come

馬 cavallo 女 donna 山 montagna 火 fuoco 日 sole 中 Cina

Impara il cinese, Test dei 50 caratteri.

Via Principe Umberto 25 Corso Europa 10

[16 Febbraio 2006 ] La palma Il primo indirizzo e' della casa dove ho vissuto fino a 6 anni. Una casa mitica che rivedo spesso nei miei sogni. Aveva anche una cisterna per l'acqua in cucina e una scala che portava sulla terrazza dove si essiccavano le derrate alimentari. Nell'orto c'era una palma in un vaso( o almeno cosi' mi pare di ricordare). Questa fu portata e piantata nel giardino della casa del secondo indirizzo dove ho vissuto fino a quando mi sono laureato. E' la palma della foto accanto che ormai e' diventata grande.

tombino manhole

[19 Gennaio 2006 ] Non sapevo che manhole e' l'inglese di tombino. Ambedue strane parole.

Sarchiapone

[10 Gennaio 2006 ] Sarchiapone e' una maschera napoletana che assieme a Razzullo compare nella Cantata dei Pastori di Natale a rappresentare il popolo di Napoli tra personaggi angelici e diavoli. Ma a me ricorda un caro collega scomparso da poco, Nicola Armenise detto Colino,che usava questa parola come un tormentone.

Sunday Sonntag Saturday Lunedi' Martedi Mercoledi' Giovedi' Venerdi'

[30 Novembre 2005 ] La divisione del tempo in anni, mesi, e giorni e' naturale perche' corrisponde al tempo che la terra ci mette a girare intorno al sole, la luna intorno alla terra (all'incirca) e la terra intorno a se stessa. Ma che dire della settimana che non corrisponde ad alcun ciclo naturale? La settimana e' un'invenzione dell'uomo. Infatti talvolta durante la storia si e' cercato di cambiarne la durata in 5 o 10 giorni. Perche' sette? La spiegazione viene direttamente dal numero di giorni dedicato ai 7 corpi celesti conosciuti fin dall'antichita':Sole(domenica), Luna, Marte, Mercurio, Giove, Venere e Saturno. Gli inventori della settimana dedicarono ogni giorno a un corpo celeste e soprattutto al dio collegato(Apollo, Diana, Marte, Mercurio, Giove, Venere, Saturno). in seguito le 3 principali religioni monoteistiche si sono "appropriate" di un giorno per il loro dio :domenica (i cristiani), sabato (ebrei), venerdi' (musulmani).
Musulmani ed Ebrei seguono ancora un calendario i cui mesi seguono strettamente il ciclo lunare.

Stockard Channing

[25 Novembre 2005 ] Avro' visto questa attrice americana (molto brava) in non piu' di 2 film. Quello che mi ha colpito e' il nome . Che razza di nome e' Stockard Channing? Molto diverso dai soliti nomi di attrici. Il mistero e' svelato dalla biografia. Si tratta in effetti di 2 cognomi:il cognome del primo marito(Channing) e suo da ragazza(Stockard).

cki, xche, xmas

[14 novembre 2005 ] Cki? in francese sms sta per C'est qui? In italiano ormai imperversa xche al posto di perche' e in inglese molto prima degli sms si usava dire xmas per Christmas(Natale). Esempi di abbreviazioni usate magari da sempre nel prendere appunti , che ora con i messagini sono diventate un gergo.

verlan

[23 settembre 2005 ] Per il mio lavoro e' essenziale conservare le mie conoscenze di Inglese e francese anche se sto la maggior parte del mio tempo in Italia. Per questo trovo estremamente utile l'uso di Internet , dei giornali, dei libri e dei DVD che ora contengono quasi sempre versioni in lingua straniera e sottotitoli.
Quando e' possibile ascolto il film in Inglese con sottotitoli in francese. Questo va bene a parte un piccolo problema: spesso i film sono in slang che viene tradotto nei sottotitoli in argot! Ad esempio wop diventa rital (dispregiativo di Italiano). Ma il dizionario spesso non riporta questi vocaboli.
Per questo ho trovato estremamente utile un dizionario slang<->argot pubblicato in Francia. Da questo dizionario ho appreso l'esistenza del verlan(language al'envers) : un dialetto delle banlieux francesi dove si divertono a inventare nuove parole invertendo in maniera sistematica le sillabe. Ad esempio:
pourri->ripou
femme -> meuf
flick -> keuf
arab -> beur .
Altre parole francesi frequenti nei sottotitoli? clope (sigaretta), furax (furioso).

bourgogne

[12 Agosto 2005 ] Ogni amante dei vini dovrebbe andare in pellegrinaggio nella mitica Borgogna. Da Digione a Lione una serie ineguagliabile di vigneti. Cote de Nuit, Cote de Beaune,Maconnais, Beaujolais. Per non parlare dell'isola dello Chablis. Partendo per lo piu' dai vitigni Chardonnay e Pinot Noir abbiamo bianchi e rossi favolosi come Meursault, Pommard, ...

swedish

[17 Giugno 2005 ] Come mai gli svedesi conoscono cosi' bene l'inglese? Perche' i film stranieri non sono doppiati ma solo sottotitolati sia alla televisione che al cinema. Quando all'eta' di circa 25 anni per la prima volta ho potuto soggiornare all'estero ed ho cominciato a vedere film e spettacoli sia al cinema che alla televisione in lingua originale (di solito francese e inglese). Li guardavo con la speranza di imparare subito queste lingue. Purtroppo nonostante la cosa mi abbia aiutato, a quell'eta' imparare una nuova lingua solo ascoltandola non e' tanto facile. Bisogna considerare che gli svedesi vedono film sottotitolati per lo piu' in inglese fin da piccola eta'.Il risultato e' che quasi tutti sanno parlare inglese senza accento. Questo dovrebbe incoraggiare i genitori, ora che abbiamo i DVD e i canali satellitari, a guardare spettacoli non doppiati assieme ai loro figli piccoli. Purtroppo noi che non abbiamo avuto questa possibilita', anche con lo sforzo piu' grande, non riusciamo mai a perdere la nostra orribile pronuncia. Se ne rese conto Enrico Fermi quando scappo' in America e si mise a insegnare all'Universita' : non perse mai il suo accento.

Non conosco lo svedese ma il suono sembra essere come quello di un dialetto tedesco o inglese. Molte parole sembrano come deformazioni delle parole anglosassoni. Si ha l'impressione che in effetti la lingua non sia cosi' difficile come sembra. Comunque dopo 7 giorni di soggiorno a Stoccolma i titoli di giornali erano ancora incomprensibili. Cominciavo solo a imparare qualche parola isolata. Ad esempio:

globish

[9 Maggio 2005 ] L'inglese globale diventa un nuovo linguaggio con un vocabolario di 1500 parole.

graffetta , fermaglio, paper clip

[24 Marzo 2005 ] Si, proprio l'umile graffetta!

allondon

[21 Giugno 2004 ] Delizioso piccolo ruscello vicino Ginevra.L'ho scoperto per caso. Un giorno ero in macchina e mi son fermato su un ponte che lo attraversava. Sono sceso giu' e ho visto qualcuno che leggeva in mezzo al verde e al mormorare delle acque. Da allora torno ogni tanto con la famiglia a fare picnic. Il fascino e' accresciuto dal fatto che e' minuscolo e si puo' agevolmente visitare la sorgente sulle pendici del Jura a Naz-dessus vicino a Echenevex.A Echenevex c'era la caverna dell'esperimento Aleph.Questo spiega come mai l'ho scoperto.

euro coins ,kapodistrias ,lepta

[7 Giugno 2004 ] Ricordo i tempi in cui viaggiare in Europa significava riempirsi le tasche ,ad ogni passaggio di frontiera, di nuove strane monete e monetine. Poi e' arrivato l'euro. Ora non c'e' piu' bisogno di viaggiare per avere delle monete esotiche in tasca.L'aquila e la porta di Brandeburgo tedesca sono ormai facilmente reperibili (la Germania ha oltre 80 milioni di abitanti).Per lo stesso motivo non e' difficile incappare nell'esagono e la marianna(?!) francesi (oltre 50 milioni) o addirittura euri spagnoli(35 milioni). Per le altre nazioni e' molto piu' difficile . La moneta che vedete e' greca e si ritrova qualche volta a Bari(dove vivo) data la sua posizione. Con le monete dell'euro e' possibile fare una specie di gioco. Se vi capita di ricevere come resto una moneta di una delle piccole nazioni, allora significa che quel giorno vi succedera' qualcosa di straordinario.
Guardando queste strane monete si puo' imparare qualcosa sull'Europa Unita. Ad esempio sui re e regine che ci sono(Alberto II di Belgio, il Granduca Enrico di Lussemburgo , la regina Beatrice d'Olanda e Juan Carlos re di Spagna). Poi sul fatto che ci sono 15 tipi diversi di euro anche se Svezia, Gran Bretagna e Danimarca non hanno ancora accettato la moneta comune(al loro posto abbiamo Monaco, San Marino e Vaticano).

estonia ,tallin ,lettonia ,riga ,Lituania ,Vilnius

[28 Maggio 2004 ] La mia mappa del mondo risale ai tempi prima della caduta del muro, percio' dopo la Polonia c'e' ancora l'Unione Sovietica (o la Russia come si chiamava allora). Ma adesso che l'Europa e' passata a 25 stati, non posso piu' ignorare che prima della Russia vengono l'Estonia , la Lettonia(Latvia) e la Lituania che seguendo l'ordine alfabetico si inseriscono tra Polonia e Russia andando dal mare del Nord, in giu'.Immagino al centro una fila di letti e cosi' mi ricordo che la Lettonia ha capitale Riga. Dopodiche' , sempre in ordine alfabetico Tallin, capitale dell'Estonia e' sul mare baltico proprio di fronte a Helsinki, mentre Vilnius e' la capitale della Lituania. Riga e' anch'essa sul mare (infatti c'e' un golfo di Riga).Solo Vilnius e' all'interno. La Lituania e' inoltre l'unica delle tre repubbliche baltiche ad avere un breve confine con la Polonia. Tra Lituania e Polonia c'e' l'enclave russa di Kalinigrad.
Estoni,Lettoni,Lituani benvenuti in Europa!

mandala ,himalayan thangka

[28 Maggio 2004 ] Sono affascinato dai thangka dell'himalaia specialmente quelli che riproducono mandala.La mia stessa home page e' basata su un mandala. Trovare un sito che ripropone migliaia di riproduzioni a grande scala di queste splendide immagini di meditazione e' stata una piacevole sorpresa.

Mumbo jumbo ,Cargo cult science

[2 Aprile 2004 ] In un film inglese doppiato in italiano sono stato sorpreso dal fatto che non avevano tradotto "mumbojumbo". In effetti dato che la locuzione inglese significa (state dicendo) parole incomprensibili, lasciarla senza traduzione non tradiva il significato originale. Viceversa la scienza del culto del "cargo" e' stata introdotta da Feynman in un suo famoso discorso ,per definire un certo tipo di pseudoscienza che come i primitivi delle isole del Pacifico dopo la seconda guerra mondiale , scimiotta la scienza sperando di ripeterne i risultati. Infatti questi indigeni , una volta che i carghi non arrivavano piu', si misero a scimiottare i soldati sperando in un ritorno dei carghi e della ricchezza.

Chillon ,Montreaux ,Vevey ,Nestle ,Morges ,Nyon ,Coppet ,Versoix ,Favarger ,Saleve ,Yvoire

[27 Febbraio 2004 ] La nostra memoria e' strana. Ci sono dei nomi di luoghi o collegati a luoghi che pure conosciamo , ma che ci sfuggono quando siamo lontani dagli stessi. Forse non cosi' strana come sembra: forse tutta la memoria degli animali deve essere fatta cosi'. Solo noi abbiamo questa pretesa di poter ricordare qualcosa anche quando siamo lontani dal luogo dove la cosa si trova. I nomi in questa lista mi vengono subito in mente quando vado in treno a Ginevra.Luoghi lungo la ferrovia (a parte Yvoire che per qualche motivo confondo con Versoix) e la Saleve che e' il monte che domina Ginevra . Nestle e' lo stesso che Vevey , come Favarger con Versoix .Queste due cittadine ospitano le 2 industrie legate al cioccolato.

Scanner art ,scanner usato come macchina fotografica digitale

[19 Gennaio 2004 ] Tutte le foto riportate di seguito sono fatte con lo scanner.Si tratta di uno scanner a buon mercato che avevo da anni quasi inutilizzato, finche' non ho scoperto questa possibilita'.In attesa di passare alla macchina fotografica digitale , o al telefonino con macchina fotografica ...E' divertente da usare e funziona con tutto cio' che si puo' poggiare sulla sua superficie. Ma usate un foglio di plastica trasparente se non volete rovinarlo.

Questi agrumi non sono del supermercato ma vengono direttamente dal giardino della mia infanzia. Li ho fotografati perche' forse saranno gli ultimi prima che il giardino scompaia ...

Prayer wheel ,mulino di preghiere

[19 Gennaio 2004 ] Basta girarlo e la preghiera contenuta al suo interno viene recitata. Almeno cosi' credono i buddisti. Mi sono interessato per la prima volta a questo strano strumento, in seguito alla lettura di questa affermazione fatta da Giampaolo Dossena (un esperto di giochi) riguardo al mastermind elettronico: secondo Dossena, questo e' piu' di un normale gioco, e' un mulino di preghiere dell'era dei computer.

Chapelet ,mantra ,mala ,lama

[16 Gennaio 2004 ] Questa corona di rosario buddista (chapelet in francese, mala in sanscrito) forse e' appartenuta a un lama tibetano che ha recitato con i suoi 108 grani un mantra come il famoso:Om Mani Padme Hum .

Insetti di migliaia di anni fa' nell'ambra

[5 Gennaio 2004 ] Questo moscerino e' stato intrappolato nella resina migliaia di anni fa!

Boccioni: Forme uniche della continuita' nello spazio

[5 Gennaio 2004 ] Ci voleva la moneta da 20 centesimi per farci conoscere questa stupenda scultura del 1913 di Umberto Boccioni.

Nouer le liens!

[17 Dicembre 2003 ] I francesi chiamano i link "liens" e nouer les liens significa attaccare (annodare!) i link a qualche altra pagina. Forse anche noi italiani dovremmo fare uno sforzo come i francesi, e cercare di rendere in italiano non tutti i neologismi inglesi ma almeno quelli piu' comuni.Cosi' ci metteremmo anche noi ad annodare legami tra documenti della tela (web=toile in francese).

Ein Stein des Weisen

[17 Dicembre 2003 ] Grazie al grande scienziato Einstein, "ein Stein" e' forse l'unica parola tedesca che gli italiani conoscono e pronunciano bene:tutti dicono Ainstain anche se e' scritto Einstein. Ein Stein significa una pietra . Ein Stein des Weisen (vaisen e non veisen!) e' la pietra filosofale.

cinq sens , ouie oeil

[20 Giugno 2003 ] Ouie (oreille), Odorat(nez), Gout(bouche), Toucher(main) , Vue(oeil) : i cinque sensi in francese.Solo i nomi mi ricordano il vino francese , i formaggi e i ristoranti 3 stelle.

buckwheat , seven capital sins

[4 Giugno 2003 ] Volete imparare il nome dei sette peccati capitali in inglese? Basta guardarsi il film Seven anche in italiano.Pride,Wrath(rage or anger),Envy,Greed(avarice or covetousness),Sloth,Lust,Gluttony saranno indimenticabili dopo aver visto questo film. Invece per buckwheat's dovete guardarvi Things to do in Denver when you are dead in inglese.Buckwheat dovrebbe indicare una focaccia fatta di un particolare cereale ma nel film denota la tragica fine dei protagonisti, mentre in Seven le sette parole sono legate a sette delitti.Due film fatti molto bene ma piuttosto "neri" e da non raccomandare alle persone sensibili.

linkrot

[13 Maggio 2003 ] Il linkrot "ruggine dei link" e' il degradarsi graduale dei link di una pagina web con l'andar del tempo. Da poco ho inserito un controllo automatico dei link nelle mie principali pagine Web e questo fenomeno mi interessa. Se voi guardate una pagina che non viene piu' aggiornata da anni, vi accorgete subito che qualcosa non va.Alcuni link non rispondono perche' il server e' proprio sparito. In altri casi ottenete il micidiale errore 404 file not found: il server esiste ma non trova il documento che cercate. Ma ci sono altri tipi di ruggine. Qualche sito vi ritorna una pagina ma con un indirizzo completamente diverso (e' l'errore 301 o 302 spostamento permanente o temporaneo della pagina).Ma anche se la pagina sembra caricare correttamente niente vi assicura che sia proprio quella cui si riferiva l'autore. Pensate di collegarvi a un sito di materiali didattici ed invece ora si tratta di un sito porno! Altre modifiche riguardano invece l'inaccessibilita' perche' il gestore del sito remoto volutamente o involontariamente ha protetto la pagina : e' l'errore 401 (unauthorized) o 403 (forbidden).
Alcune modifiche sono solo temporanee:dopo qualche giorno tutto e' tornato normale, altre purtroppo sono irreversibili e rendono la vista di questi documenti non piu' aggiornati, malinconica come quando si guardano le rovine di un'antica civilta'.
Faccio questo controllo quasi ogni settimana e all'incirca ogni 100 link ne trovi qualcuno bacato, per cui se lasciassi tutto senza controllo dopo due anni dovrebbe essere tutto a pezzi. Beh non e' proprio cosi': alcuni link sono robusti e continuano a esistere ormai da anni.Sono i link al "centro" del Web, al nodo della cravatta a farfalla(bow-tie in inglese) che secondo alcuni rappresenta Internet.

Übersetzung

[24 Aprile 2003 ] Traduzione in tedesco.Ricordi di scuola media.Pagine piene di parole che iniziavano con la maiuscola e che a poco a poco rivelavano il loro contenuto.

gorgonzola , vezzena , sirah

[3 Aprile 2003 ] Alcuni prodotti alimentari nella nostra memoria sono legati in maniera indissolubile a un luogo.Quando li si assaggia o solo se ne ricorda il sapore si ritorna in un posto.Viceversa,ora che i prodotti di lontane nazioni, li trovate facilmente nel supermercato sotto casa,acquistando un vino degli antipodi potete fare un viaggio istantaneo in un luogo dove forse non andrete mai.

aufmachen

[18 Marzo 2003 ] Ho studiato per sette anni il Tedesco a scuola ma ho dimenticato quasi tutto a differenza dell'Inglese e del Francese che pratico quasi ogni giorno. Eppure ogni volta che mi ritrovo in una citta' di lingua tedesca riprendo con piacere a rileggere e anche un po' a parlare.Ora poi con i DVD diventa piu' facile ascoltare un film anche in tedesco.Trovo davvero fantastico poter ascoltare un film in tante lingue:ogni lingua mi fa apprezzare il film in una luce diversa e inoltre il suono delle parole evoca ricordi di viaggi. Aufmachen:mit Internet die Tuere aufmachen. Con Internet vorrei aprire daccapo la porta sul mondo affascinante della lingua tedesca. Freude schoener Goetterfunken Tochter aus Elysium... (l'inno alla gioia dalla nona di Beethoven) e' l'unica cosa che ancora mi ricordo senza sforzo.

Rafel Carreras

[25 Febbraio 2003 ] Carreras e' conosciuto da tutti i frequentatori del Cern come un grande divulgatore della scienza.Le sue conferenze ogni Giovedi' e quelle mensili del Martedi' sera erano un avvenimento non solo per i Cerniani ma anche per i ginevrini che accorrevano numerosi a riempire l'anfiteatro.Parlo al passato perche' il 1998 Carreras e' andato in pensione. La sua capacita' di affascinare la gente raccontando storie sulla scienza era incredibile. Le sue presentazioni si basavano soprattutto sulle immagini e sulla sua capacita' di far riflettere anche i non esperti sul significato di queste immagini.Di semplificare la scienza ma non al punto da renderla banale, anzi enfatizzando la differenza tra la scienza prudente nelle sue conclusioni e la pseudoscienza che spiega tutto senza problemi. Sono state proprio le conferenze di Carreras che mi hanno ispirato a costruire questo museo scientifico virtuale dove ogni "stanza" e' come una delle storie di Carreras che in maniera accattivante cerca di interessare la gente alla scienza.

Googled!

[19 Febbraio 2003 ] Che diavolo significa "googled"? All'incirca : ritrovato attraverso Google. Cioe' Google ha classificato una tua pagina Web e qualcuno l'ha raggiunta facendo una ricerca su Google.Ma questo e' solo l'inizio della storia. Cosa stava cercando quella persona quando ha trovato la tua pagina? Quest'informazione,il possessore della pagina, puo' ricavarla usando speciali servizi. E qui la cosa diventa affascinante.Qui potete vedere cosa stavano cercando i visitatori quando hanno raggiunto alcune delle pagine che ho pubblicato sul Web. Alcune ricerche sono "ovvie" e legate al contenuto del documento. In altri si vede come le parole del documento "Quiz per la patente Internet" hanno attirato persone che volevano solo quiz per la patente automobilistica messi online! In un'altro documento su come usare Internet per scrivere tesi di laurea ci sono pressanti richieste di "come copiare la tesi". Insomma,uno straordinario dialogo coi miei lettori avviene in continuazione sul Web con la complicita' di Google e altri motori di ricerca.

Myanmar Birmania Mumbai Bombay

[17 Febbraio 2003 ] Nella mia testa ho una specie di atlante mondiale formatosi con i continui viaggi, molti dei quali immaginari.E' difficile che il nome di qualche localita' importante mi risulti completamente nuovo. A meno che gli abitanti della localita' non decidano di cambiare il nome del posto dove abitano:e cosi' la Birmania diventa Myanmar e Bombay Mumbai.O ancora Leningrado, San Pietroburgo e via di seguito.

Monica Guerritore

[8 Gennaio 2003 ] Approfitto del passaggio di questa attrice da Bari dove recita Carmen, per ricordarne il nome.Conosco questa brava attrice da molti anni ma che per qualche strano cortocircuito del mio cervello ne scordo sempre il nome.

Cio' che rimane di una vacanza: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7

[11 Settembre 2002 ] Poche parole per ricordare un luogo di vacanza, il verde, le passeggiate.

Salle de pas perdus

[2 Maggio 2002 ] Che modo strano hanno i francesi di chiamare un atrio o un vestibolo!

aubaine

[12 Aprile 2002 ] Che pacchia, che manna dal cielo trovare questa parola! Occasione!Offerta speciale! Un'altra delle parole delle mie letture in francese.

glicine, pioppo,

[27 Marzo 2002 ] Il glicine in un viale qui al Campus e' rifiorito daccapo ricoprendo di magnifici fiori due vialetti. Passando vicino si viene colpiti dalla bellezza dei fiori a grappolo, dalla loro abbondanza e dal loro odore.Anche i pioppi in questi giorni si riempiono in pochissimo tempo di foglie . Decisamente la primavera e' tornata.

zizi, rital, argot

[21 Marzo 2002 ] Altre 2 curiose parole di Argot francese. Quando i giornali francesi hanno riferito del discorso di Benigni a Sanremo, hanno detto che ha parlato tra l'altro del zizi di B. e altre persone. Viceversa i Francesi chiamano gli italiani in Francia (emigrati) ritals storpiando il nome con l'aggiunta di una r all'inizio per imitarne la strana pronucia che hanno(per intenderci e' lo stesso che noi facciamo coi tedeschi quando li chiamiamo teteschi ).

botte, pompe, argot

[13 Novembre 2001 ] Ecco due curiose (per un italiano) parole di francese. Sono ambedue collegate alle scarpe (chaussure). La "botte" e' lo stivale, per cui non meravigliatevi se i francesi parlano di "botte d'Italia" oppure di "Mussolini bottee'". Le "pompes" invece le cercheresti invano in un dizionario "normale":a quello che ho capito si tratta di una parola di "argot" e indica le scarpe (non so se con qualche speciale significato).Il bello e' che i francesi hanno anch'essi le "pompes funebres" ed ho visto da qualche parte un negozio di scarpe con l'insegna "Pompes funebres" con un teschio con 5 dita a mo di corona!

grapevine, gossip, pettegolezzo

[11 Settembre 2001 ] Grapevine e' il nome inglese della vite ma significa anche gossip pettegolezzo.Vine in inglese e' la pianta rampicante.

Alcuni nomi di persone: 1, 2 3

[5 Settembre 2001 ] Nomi di persone coi quali ho avuto a che fare molti,molti anni fa.

Cio' che rimane di una vacanza: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7

[3 Settembre 2001 ] Non mi piace fare foto dei posti dove vado in vacanza. Ma col passare del tempo e' sempre piu' difficile ricordare i nomi di alcuni posti dove sono stato e questo mi dispiace. Forse ,quando avremo Internet in piedi, collegata in permanenza ai gadget che ci porteremo dietro, faremo le foto e le caricheremo direttamente sul nostro sito mentre stiamo passeggiando. Una sorta di diario di viaggio instantaneo che potremo richiamare in seguito quando vogliamo ricordare qualche momento speciale di una bella vacanza. Per ora mi accontento di memorizzare qualche nome esotico di persone e luoghi che indirettamente svolgano lo stesso compito.Cercando questi nomi sentiro' un ruscello scorrere, rivedro' un picnic tra l'erba, sentiro' la voce di qualcuno.

Keaton -

[11 Luglio 2001 ] Buster Keaton, Diane Keaton, Michael Keaton.Per chi ama il cinema il nome Keaton richiama subito il favoloso Buster. Diane e Michael non hanno nessuna parentela con Buster e il nome Keaton e' stato aggiunto in seguito al loro nome reale (Hall e Douglas).Diane mi ricorda i "vecchi film" con Woody Allen ma anche il film "I crimini del cuore" dove recita con due altre attrici famose:Jessica Lange e Sissy Spacek. Michael Keaton ovviamente ha la faccia di Batman.

VCO

[3 Luglio 2001 ] Conoscevo tutte le province italiane a memoria...Poi hanno aggiunto le nuove province.Lecco,Lodi,Biella,Rimini,Prato,Isernia,Crotone,Vibo Valentia. Ma cos'e' la provincia VCO?Verbano-Cusio-Ossola. Ecco una provincia che conosco benissimo anche se non ci sono mai stato.Infatti ci sono passato moltissime volte in treno andando in Svizzera. Il lago Maggiore(Verbano) tra Italia e Svizzera. Verbania(in effetti Intra+Stresa),Pallanza, i giardini Taranto, le isole Borromee. Appena oltre il confine Locarno,Ascona,Bellinzona. Poi Domodossola in una conca tra le montagne.Tra Domodossola e il lago Maggiore, il piccolo lago d'Orta(Cusio). E poi la verde Val Vigezzo col suo trenino che collega Domodossola a Locarno e la Svizzera. E ancora,tornando su Verbano, Arona col suo San Carlone e Luino dall'altra parte.

Collega1, Collega2, Collega3

[11 Giugno 2001 ] Ecco dei colleghi dei quali dimentico spesso i nomi. Dato che per questioni di privacy non posso qui mettere i loro nomi, allora uso la stessa tecnica che si usa su alcuni siti per gli utenti che scordano la password:potete richiedere un hint (un indizio) da voi stesso indicato che potra' portarvi a ricordare la stessa.

Si sta come d'autunno sugli alberi le foglie

[16 Giugno 2000 ] Ecco una poesia di Ungaretti facilissima da imparare eppure cosi' struggente: Si sta/come d'autunno/sugli alberi/le foglie.

Cecilia Gasdia, Ruggero Raimondi

[29 Maggio 2000 ] Anche se non vado spesso a vederle in teatro, le opere liriche mi piacciono. In particolare questi due cantanti (un soprano e un basso) mi ricordano due formidabili interpretazione di Liu' nella Turandot e di Don Giovanni che rivedo ogni tanto in videocassetta.

en catimini ,geolier

[10 Maggio 2000 ] Ecco 2 curiose parole francesi imparate guardando dei film. "en catimini" significa "di nascosto" (come "en cachette") e geolier invece "custode,secondino".Cercando il significato di queste parole su Internet ho scoperto questo dizionario di francese online.

presidenti della repubblica italiana ,presidents of usa

[5 Maggio 2000 ] Giovanni Gronchi(1955-1962),Antonio Segni(62-64),Giuseppe Saragat(64-71),Giovanni Leone(71-78),Alessandro Pertini(78,85),Francesco Cossiga(85-92),Oscar Luigi Scalfaro(92-99).
Eisenhower(53-61),Kennedy(61-63),Johnson(63-69),Nixon(69-74),Ford(74,77),Carter(77-81), Reagan(81-89),Bush(89-93) Ricordare i vari presidenti che si sono susseguiti negli anni e' come ripercorrere velocemente la propria vita e quella del resto del mondo.

girandola ,pinwheel

[4 Maggio 2000 ] Una parola allegra che mi ricorda il venditore di girandole che si vedeva alle feste.

Reculet

[13 Aprile 2000 ] Non sono certo un alpinista o un amatore della montagna. Pero' questa vetta del Jura sopra Thoiry per me ha un significato particolare. E' l'unica vetta che abbia "scalato".Ho dovuto allenarmi per due settimane ma alla fine sono riuscito a raggiungerla.Ovviamente a piedi per un comodo sentiero , ma per chi non ha mai praticato non dico l'alpinismo ma il semplice trekking, e' stata una grande conquista.

Jodie Foster

[13 Aprile 2000 ] Ecco un'attrice che ammiro molto ma della quale scordo chissa' perche' sempre il nome. foster in inglese significa nutrire e foster child e' il figlio adottivo. Jodie Foster fa quasi sempre queste parti di personaggi coraggiosi in lotta contro tutti. Come un foster child trascurato dalla famiglia che lotta per sopravvivere e imporsi.

Keanu Reeves ,Christopher Reeve

[6 Marzo 2000 ] Ecco due attori indimenticabili ma i cui nomi (molto simili) tendo a dimenticare.Keanu e' l'interprete di alcuni straordinari film come Speed, Johnny Mnemonic, Little Buddha e last but not least Matrix. Christopher is Superman che diventa paraplegico dopo una caduta da cavallo e da allora lotta per se stesso e per i suoi stessi simili. A proposito di attori famosi con malattie c'e' anche Michael Fox(Ritorno al futuro) col Parkinson che lotta per i parkinsoniani.

trapezisti

[2 Febbraio 2000 ] Ora che al circo gli animali feroci e i domatori non sono piu' di moda, sono rimasti solo i trapezisti per dare quel particolare tipo di spettacolo basato sul disprezzo del pericolo.

Dustin Hoffman ,Al Pacino

[2 Febbraio 2000 ] Al Pacino e' un attore americano che ammiro molto.E' stato con sorpresa che ho letto che in America veniva chiamato da qualcuno :il nano italiano. Per quanto abbia fatto spesso dei ruoli di italoamericani, per me non era molto evidente che fosse un italoamericano.Al sta in effetti per Alfredo.Invece io lo confondo spesso con quell'altro mostro di bravura che e' Dustin Hoffman che a giudicare dal nome , di sicuro non e' italiano ma qualche volta ha fatto la parte di un'italiano.

Parma ,Piacenza ,Modena ,Reggio Emilia

[21 Gennaio 2000 ] Ecco quattro magnifiche citta' italiane attraverso le quali sono possato centinaia di volte col treno e che un giorno mi decidero' a visitare. Ma in che ordine si attraversano scendendo da Milano? Ecco come finalmente sono riuscito a ricordarlo:

pissenlit ,dandelion ,dente di leone

[21 Gennaio 2000 ] Un'erba e un fiore dal nome curioso (il francese pissenlit si riferisce alle sue virtu' diuretiche) che ho scoperto con piacere che non e' altro che lu zangoni del mio paese mangiato tante volte insieme alla cicoria selvatica nella mia infanzia.

JimCarrey ,The Truman Show

[7 Dicembre 1999 ] Ecco un film interessante che sfrutta in pieno le potenzialita' del cinema raccontandoci questa favola di un uomo intrappolato in uno show televisivo e cosi' facendo ci pone di fronte a vari interessanti interrogativi.

5539343 ,5442433

[30 Settembre 1999] E' strano il modo come ricordiamo i numeri.I miei numeri di telefono ,prima che la telecom li cambiasse, erano:339343 e 242433 facilissimi da ricordare. Il primo specialmente me lo ricordavo come una cantilena:tretre/novetre/quattrotre. Dopo il cambiamento ho avuto qualche problema. E' vero che e' cambiato solo il primo numero, ma nel primo caso e' diventato 55 e nel secondo 54. Insomma ogni volta che mi chiedono il numero ci devo pensare, mentre prima la mia risposta era automatica.

taupiniere

[20 Settembre 1999] La taupiniere e' il monticello lasciato dalla talpa quando scava le sue gallerie. Non bisogna confondere le piccole taupinieres con le grandi montagne:cioe' i piccoli problemi con i grandi problemi. O ancora meglio:
  1. Non mi preoccupo mai dei problemi che sono delle volgari piccole taupinieres.
  2. Tutti i problemi sono delle volgari piccole taupinieres.
Filosofia spicciola da un bestseller americano letto in francese.

cintre

[14 Settembre 1999] Della serie una parola straniera al giorno ecco l'appendino o appendiabiti o gruccia in francese.L'altro giorno ho visto su una videocassetta un attore comico francese che improvvisava su un cintre tutto uno spettacolo.Se la parola assomiglia all'italiano cintura non e' un caso perche' vengono entrambi dal latino cintura. Da notare che il senso piu' comune di cintre e' arco(circolare in contrapposizione all'arc che e' di altra forma).

9 9 99, gifle ,cracher e flingue

[9 Settembre 1999] Ecco 3 parole francesi imparate di recente:schiaffo,sputare e pistola.Grazie a qualche film visto in francese.Cercandone il significato su Internet ho scoperto un modo per trovarlo senza ricorrere a un dizionario. Basta cercare la parola straniera nelle sole pagine italiane:quasi sempre scoprirete che viene data la traduzione.
Ok oggi e' il 9 9 99. Allora cosa succedera'?

Anthony Perkins e Anthony Hopkins

[8 Settembre 1999] Ecco due attori famosi per aver fatto un personaggio indimenticabile di psicopatico: Hopkins e' Hannibal Lecter nel Silenzio degli agnelli e Perkins Norman Bates in Psycho. Questi personaggi di solito tendono a intrappolare l'attore che non se ne libera piu'. Cosi' successe con Perkins mentre Hopkins continua a fare film stupendi con personaggi molto diversi come Howards End e Quel che resta del giorno.

Peg memory system, Mnemonic major system [2 Settembre 1999]

Da poco ho letto un libro in inglese sul potenziamento della memoria basato sul sistema dei "peg".Ricordo di aver letto il primo libro del genere quando andavo alla scuola media.In pratica il trucco consiste nel far corrispondere a Dopodiche' e' possibile far corrispondere a ogni numero una parola o frase. 3,14 potrebbe essere la parola materia,ma in questo modo non e' difficile "ricordare" le prime 100 cifre di pi greco.
Questo sistema viene detto in inglese "major system" ed e' uno dei tanti modi di realizzare un "peg system": cioe' per creare ad esempio una lista di 100 immagini collegati ai numeri 0-99 che ,una volta imparata, ci servira' per memorizzare velocemente liste di 100 "cose".

Gosier

[1 Settembre 1999] Gola in francese. Ma indica qualcosa di piu' specifico come l'interno della gola sede della voce.Sempre una conseguenza delle mie letture francesi mi ha fatto riscoprire una meravigliosa risorsa Internet per chi e' interessato al francese:Recherche hypertextuelle dans la Comedie Humaine di Balzac.

Coude

[29 Agosto 1999] Sto leggendo un romanzo in francese.In questo romanzo si parla di personaggi che mettono la coude qua o la.Non conoscendo il significato della parola la cosa mi sembrava un po' curiosa. Ora che so che si tratta del gomito tutto si spiega.

Stelle cadenti

[27 Agosto 1999] Le meteore con la loro scia mi ricordano la terrazza della casa dell'infanzia da dove potevo guardare tutto il cielo: una visione stupenda specialmente nelle notti d'estate senza luna.

Emmanuelle Beart e Daniel Auteuil

[25 Agosto 1999] Ecco due attori francesi che apprezzo moltissimo. Anche perche' hanno recitato insieme in due dei miei film preferiti:Un cuore in inverno e Manon delle sorgenti.

Contrepeterie o Contrepetrie

[23 Agosto 1999] Quella della contrepetrie e' un'arte tutta francese di giochi di parole.La piu' famosa contrepetrie e' forse quella del buon curato che diventa folle tra due messe.

Luciano De Crescenzo

[21 Agosto 1999] Ecco un autore al quale sono stato sempre interessato:perche' era un programmatore IBM e perche' e' un napoletano.Anche se le cose nuove che ha da dire sono sempre di meno. La sua frase sul fatto che siamo angeli con una sola ala che possiamo volare solo assieme ad altri sembra abbia colpito molte persone a vedere il numero di citazioni su Internet.

Maggiorana , Sansicu, Timo e Santolina

[19 Agosto 1999] Ho scoperto solo adesso che la maggiorana non e' altro che "lu sansicu" della mia infanzia. Un'erba aromatica coltivata in giardino e componente essenziale di alcuni piatti tipici come le braciole. Un'altro odore della mia infanzia era il timo dei colli vicino al paese. Invece ho conosciuto la santolina e il suo pungente profumo solo da qualche anno.

Singhiozzo

[11 Agosto 1999] Uno strano fenomeno del nostro corpo.Viene dal nulla e dopo un po' scompare senza che possiamo farci niente o quasi. In inglese si dice hiccup una parola che solo a pronunciarla ti viene il singhiozzo.

Platano

[10 Agosto 1999] I magnifici viali di platani li ho conosciuti solo da grande. Per questo il nome talvolta mi sfugge. Ma l'albero e' uno tra i miei preferiti. E' l'ultimo a mettere le foglie in primavera ma anche l'ultimo a perderle.