Come la tettonica a zolle ci permette di capire lo spettacolare paesaggio italiano

Come la tettonica a zolle ci permette di capire lo spettacolare paesaggio italiano

Introduzione: Circa 100 milioni di anni fa la placca europea e quella africana cominciarono a scontrarsi. Da questa collisione ancora in atto e’ nata l’Italia con le sue montagne, i suoi vulcani e i suoi terremoti.

Cose da fare:  L’immagine sopra porta alla presentazione della geologa inglese di origine italiana, Lidia Lonergan, fatta in inglese a un pubblico di non esperti. La presentazione dura circa un’ora.

Cosa succede: Quella che ora chiamiamo Italia e’ dal punto di vista geologico una formazione recente di circa due milioni di anni fa. La figura sopra mostra la Terra 200 milioni di anni fa con i continenti tutti riuniti. L’italia era allora in due spezzoni (le due stelle) distanti oltre 100 chilometri e attaccati l’uno all’Europa e l’altro all’Africa. Come mostra l’animazione nella presentazione da allora questi due spezzoni hanno viaggiato al ritmo di circa un millimetro all’anno fino a fondersi tra di loro al livello della pianura padana con la formazione delle Alpi e degli Appennini.

E’ la tettonica a zolle(o a placche) che spiega questi movimenti delle masse di suolo in superficie. Questi spostamenti nel caso dell’Italia sono di due tipi: il movimento della  placca africana sotto la placca europea, e il movimento dei residui dell’Oceano Tetide sotto la Calabria . Quest’ultimo movimento produce i terremoti piu’ forti ed anche l’arco di vulcani nel sud d’Italia.

Commenti:

Altri applet di geologia

Il materiale ha come indirizzo https://www.youtube.com/watch?v=0s1L-3snM94
© Imperial College London
Titolo in inglese : Italy’s dramatic scenery: rocks, earthquakes and volcanoes

Ricerca di pagine che hanno link a questo materiale .

Tweet

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *