Meditazione mindfulness e dipendenze

Meditazione mindfulness e dipendenze

 Mindfulness and Neurofeedback

Introduzione: Judson Brewer e’ uno psichiatra e ricercatore che studia la possibilita’ di usare la meditazione mindfulness per vincere le dipendenze e in particolare per smettere di fumare e di mangiare in eccesso.

Cose da fare: Si tratta di 2 video in inglese accessibili attraverso le figure sopra. Il primo e’ una breve presentazione TED di Judson Brewer (10′) della quale esiste anche una trascrizione in inglese e tra poco in italiano.

Il secondo video del canale youtube MIT Media Lab e’ una presentazione molto piu’ lunga (oltre un’ora) dove vengono presentati molti dettagli della ricerca portata avanti dal neuroscienziato.

E’ possibile accedere ai due video cliccando sulle immagini sopra.

Cosa succede: L’obesita’ e il fumo sono tra le principali cause di malattie che si possono evitare con un semplice cambiamento di abitudini : da qui l’interesse a scoprire i meccanismi alla base di queste dipendenze trovando metodi efficaci per vincerle.

Queste dipendenze si installano sfruttando un normale metodo di sopravvivenza inventato dal cervello : il processo di apprendimento basato sulla ricompensa. Vede del cibo che sembra buono e il cervello dice “calorie,sopravvivenza”. Lo mangiamo ed ha un buon sapore. E il cervello dice::”ricorda cosa stai mangiando e dove si trova questo cibo”. Fin qui tutto bene. Vedi il cibo, mangi il cibo, ti senti bene, ripeti. Stimolo, comportamento, ricompensa.

Ma il nostro cervello e’ creativo. Invece di far scattare questo meccanismo solo quando ha fame perche’ non farlo quando ti senti stressato cosi’  ti senti bene? Stesso comportamento ma ora lo stimolo non e’ piu’ la fame ma un segnale emotivo. Quello che chiamamo dipendenza e’ un continuo processo di apprendimento che piu’ si ripete e piu’ si rinforza.

La seconda figura sopra mostra questo processo che e’ uguale per il fumo e altre dipendenze. Al centro c’e’ il desiderio persistente (craving) del cibo o della sigaretta che ci prende quando siamo stressati e che ci porta a ripetere inevitabilmente il comportamento.  Una delle tecniche usate finora per combattere la dipendenza e’ l’auto controllo. Questo viene regolato dalla corteccia prefrontale  ed e’ purtroppo una risorsa limitata. Infatti anche a livelli molto bassi di stress questa parte del cervello viene messa da parte e tutto cio’ a cui riusciamo a pensare e’ di soddisfare il nostro desiderio.

La tecnica suggerita da Judson Brewer e’ di usare la meditazione mindfulness proprio quando si installa il desiderio. Non combatterlo ma osservarlo con lo stato d’animo di chi e’ curioso di vedere cosa succede al suo corpo in queste condizioni. Che sapore ha il fumo o il cibo mangiato in eccesso.  E’ un metodo semplice che e’ stato implementato anche in un’app su telefonini che vi segue per una ventina di giorni mentre cercate di smettere di fumare.

Nel mettere su questo metodo Judson Brewer ha scoperto che sia la mindfulness che lo stato di  flusso (flow in inglese) o di esperienza ottimale (quando uno lavora completamente concentrato e senza sforzo) agiscono disattivando il PCC(Posterior Cingulate Cortex)  che e’ una parte essenziale  del DMN (Default Mode Network) la cosiddetta “Modalita’ predefinita” del cervello  .

Commenti :

Altri applet di neuroscienze

I materiali hanno come indirizzo

http://www.ted.com/talks/judson_brewer_a_simple_way_to_break_a_bad_habit/
© TED Talks

https://www.youtube.com/watch?v=wil45EaQvUE
© MIT Media Lab

Titoli in inglese: A simple way to break a bad habit , Mindfulness and Neurofeedback
Autore:Judson Brewer

Ricerca di pagine che hanno link a questo materiale .

Tweet

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *