La mente distratta

La mente distratta

Exploring the Crossroads of Attention and Memory in the Aging Brain: Views from the Inside

Introduzione: il nostro cervello non e’ in grado di fare multitasking : quando lo facciamo stiamo solo affaticandolo con i continui sforzi per passare da un compito all’altro e il risultato e’ un peggioramento delle nostre prestazioni.Questo peggioramento puo’ essere pericoloso in attivita’ che richiedono tutta la nostra attenzione come guidare un’auto. Ma come facciamo a sapere questo?

Cose da fare: Si tratta di due video in inglese.Cliccate sulle figure sopra per accedervi.

Il primo e’ una  brevissima animazione  di TedEd  che introduce l’argomento mettendoci in guardia sui pericoli dell’uso del telefonino mentre guidiamo l’auto.

Il secondo video e’ una lunga presentazione (oltre un’ora) dello scienziato che piu’ di tutti ha studiato quest’argomento, Adam Gazzaley, fatta ad un pubblico di non esperti. Questi studi sono stati fatti inizialmente per mostrare le cause dell’invecchiamento sul cervello. Quello che e’ venuto fuori e’ che gli anziani presentano dei peggioramenti sia nella soppressione delle distrazioni che nel multitasking. Ma il multitasking e’ deleterio anche per i giovani anche se non nella stessa misura.

Cosa succede: La figura due sopra mostra un caso tipico di malfunzionamento della memoria in persone sane. Apriamo il frigorifero e non ricordiamo piu’ cosa volevamo prendere.

Le tre limitazioni del cervello che producono il malfunzionamento della memoria nelle persone sane

Alla base di questo malfunzionamento ci sono tre limitazioni del nostro cervello (vedi figura sopra): la nostra limitata capacita’ di attenzione, la memoria di lavoro che puo’ contenere solo pochissimi elementi (da 7 a 1) e la velocita’ insufficiente per alcuni compiti particolarmente difficili.

Tipo di interferenze che producono la perdita della memoria in persone sane

Una mancanza di memoria del tipo visto sopra puo’ essere facilmente ricondotta a interferenze di diverso tipo. La figura sopra  mostra una classificazione delle cause possibili.Mentre le interferenze interne sono difficili da studiare, quelle esterne possono essere studiate senza problemi in laboratorio usando la fMRI(che ci mostra la parte di cervello interessata) e la EEG (che ci mostra la tempistica). Adam Gazzaley ci mostra i test fatti sia per interferenze di tipo “distrazione” (uno stimolo esterno che interferisce con cio’ che vogliamo ricordare) che “interruzione(multitasking)” (un’azione compiuta mentre cerchiamo di ricordare cosa prendere dal frigorifero). I risultati mostrano gli effetti deleteri del multitasking anche per i giovani.

Commento : 

Altri applet di neuroscienze

I materiali hanno come indirizzo

http://ed.ted.com/featured/Lj5N4g31
© TED Talks
Titolo in inglese: The distracted mind

https://www.youtube.com/watch?v=FRVrvpJOztw
Autore: Adam Gazzaley
© University of California Television (UCTV)
Titolo in inglese: Exploring the Crossroads of Attention and Memory in the Aging Brain: Views from the Inside

Ricerca di pagine che hanno link a questo materiale .

Tweet

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *