Dopamina

Dopamina

Dopamine Jackpot! Sapolsky on the Science of Pleasure

How Addictive Drugs Hijack Your Dopamine Systems

Introduzione: L’importanza della dopamina nel cervello puo’ essere dedotta dal fatto che la sua mancanza in alcune zone del cervello ha degli effetti terribili. Tutte le droghe d’altra parte producono un suo aumento in una particolare zona e questo produce degli effetti ancora peggiori.

Cose da fare: Si tratta di 3 video in inglese accessibili attraverso le figure sopra.    Sono tre brevissime presentazioni sull’argomento fatte da neuroscienziati che spiegano qual’e’ la normale funzione della dopamina e del circuito della ricompensa e come le droghe usano lo stesso circuito con risultati devastanti.

Cosa succede:La dopamina rilasciata nel cosiddetto circuito della ricompensa e’ un meraviglioso meccanismo inventato dall’evoluzione per fare apprendere ai mammiferi comportamenti essenziali alla sopravvivenza come mangiare o fare sesso. Nonostante il nome “circuito della ricompensa”,  la dopamina viene rilasciata prima di agire ed ha lo scopo essenziale di motivarci all’azione. Questo e’ messo in evidenza nella presentazione di Robert Sapolsky del secondo video.

In sostanza, come spiega molto bene, Nora Volkow,  percepiamo la scarica di dopamina come un’anticipazione della futura gratificazione e questo ci spinge ad agire. Dato poi che la dopamina rilasciata naturalmente dal cervello diminuisce nel tempo man mano che ,ad esempio, soddisfiamo la fame, questo viene percepito come “essere sazi” e smettiamo di mangiare.

Con l’uso di droghe la dopamina puo’ essere prodotta nella stessa zona del cervello in abbondanza e senza diminuzione nel tempo che produca la “sazieta'”. Il tutto viene percepito dal cervello come se ora il comportamento da rinforzare non e’ il mangiare o fare sesso ma lo stesso fatto di prendere la droga. Questo cambia fisicamente il cervello e tutto cio’ che riguarda la droga viene registrato a sostegno di quello che ora e’ l’unico fine : procurarsi la droga. Si instaura in questo modo la dipendenza che e’ una malattia a tutti gli effetti.

Adam Kepecs nel terzo video  parla delle stesse cose con un punto di vista leggermente diverso. Intanto la dopamina e’ un neurotrasmettitore che viene rilasciato nel circuito della ricompensa a partire  dall’area tegmentale ventrale(VTA) nel tronco encefalico a diverse zone del cervello. Esso serve a trasmettere in diverse parti del cervello l’informazione che sta succedendo qualcosa di importante e che tutte le circostanze che lo riguardano devono essere memorizzate. Il risultato e’ un’apprendimento inconscio. Maggiore e’ la dopamina rilasciata, maggiore e’ l’apprendimento. Quando interviene la droga si ha un aumento abnorme e continuo di dopamina che sostanzialmente mobilita tutto il cervello a modificarsi per apprendere il piu’ possibile su questo comportamento.

Commenti:
Il secondo video e’ “ritagliato” da una presentazione di circa un’ora di Robert Sapolsky sulle differenze tra uomini e animali, mostra i risultati di un famoso esperimento fatto con i topi di comportamenti che producono il rilascio di dopamina nel circuito della ricompensa quando anticipiamo l’arrivo della ricompensa.

Uno studio accurato di come funziona questo circuito della ricompensa mostra infatti alcune caratteristiche paradossali. L’esperimento si svolge insegnando a una cavia che quando scatta un segnale (ad esempio si accende una luce) deve fare un certo lavoro (work) ad esempio abbassare una levetta per ottenere una ricompensa di solito in forma di cibo (reward).
Dopamine Jackpot!
Se guardate la figura sopra vedrete che la dopamina viene rilasciata prima di ricevere la ricompensa : e’ l’aspettativa della ricompensa che ci da piacere! Ma c’e’ una cosa ancora piu’ strana : se la ricompensa viene data solo il 50% delle volte la quantita’ di dopamina raddoppia o triplica. Questo spiega come funzionano tutti gli innumerevoli modi inventati per farci giocare a un gioco dove la perdita e’ sicura. D’altra parte questo modo di funzionare del circuito della ricompensa spiega anche perche’ noi umani siamo in grado di lavorare per tanto tempo con l’aspettativa di una futura ricompensa ritardando la gratificazione. Solo pensando alla futura ricompensa riusciamo a produrre piu’ dopamina e questo ci da la necessaria motivazione.

Altri applet di neuroscienze

I materiali hanno come indirizzo

https://www.youtube.com/watch?v=pUkrPNxLau0
Autore:Nora Vorlow
© BigThink

https://www.youtube.com/watch?v=axrywDP9Ii0
Autore:Robert Sapolsky
© FORA.tv

https://www.youtube.com/watch?v=3OKWPvS4JBo
Autore:Adam Kepecs
© BigThink

Titoli in inglese: The Unyielding Power of Dopamine , Dopamine Jackpot! e How Addictive Drugs Hijack Your Dopamine Systems

Ricerca di pagine che hanno link a questo materiale .

Tweet

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *