Esercizi della terza lezione del corso su Java2

  1. Scrivete un programma che crea degli oggetti cerchio e li anima nella finestra dell'applet facendoli rimbalzare dalle pareti.
  2. Come il precedente, ma ora ogni oggetto cerchio ha un Thread collegato e si muove in multiprogrammazione con gli altri.
  3. Provate a fare il grafico di una funzione e ad "animarlo". Potete usare diverse tecniche:se la funzione e' periodica, potete animarla facendola scorrere lungo l'asse x. Oppure potete variare a poco a poco uno o piu' parametri mostrando la forma che cambia. O ancora far scorrere una macchia di colore lungo il profilo del grafico .
  4. Cercate di fare una simulazione realistica di una palla che cade al suolo rimbalzando piu' volte.
  5. Come l'esercizio precedente, ma ora definite anche una classe "vettore" che permette di rappresentare varie quantita' dinamiche come la velocita' e l'accellerazione. Create piu' istanze di questa classe in modo da mostrare non solo il moto dell'oggetto ma anche come variano queste 2 quantita' vettoriali durante il moto. Trovate qui un esempio (selezionate la casella show per vedere i vettori).
  6. Create un oggetto palla che come nell'esercizio precedente sia in grado di rimbalzare in maniera realistica. Ora create n di questi oggetti lanciati da punti diversi dell'applet, e caricateli in un contenitore di tipo ArrayList. Eseguite la loro animazione estraendoli di volta in volta da questo contenitore.
  7. Modificate l'applicazione 14 in modo da implementare un Iterator.A questo punto dovreste essere in grado di esaminare gli oggetti nello stack s con le istruzioni:
    for (Iterator iter = s.iterator() ; iter.hasNext() ;) {
                       System.out.println(iter.next());
          }
    
  8. Riscrivete l'applet 10 rendendo la classe ListNode interna alla classe Lista .