La mente inconscia che guida le nostre azioni

La mente inconscia che guida le nostre azioni

Introduzione: Cosa dicono le ricerche dei neuroscienziati sull’inconscio.

Cose da fare:Si tratta di un video in inglese di circa un’ora  con sottotitoli in inglese. Cliccate sull’immagine  sopra per accedervi.

La presentazione e’ di John Bargh psicologo sociale che ci mostra come eventi passati, eventi successi da poco e aspettative future possono influire sulle nostre azioni senza che ce ne rendiamo conto.

Cosa succede:Il film Inside Out descrive l’inconscio come una parte del cervello dove vanno a finire le nostre idee piu’ bizzarre:una specie di discarica della mente. Ebbene non e’ proprio cosi’. L’inconscio non e’ una parte ben definita del cervello ma interessa ogni parte del cervello: alcune azioni possono essere compiute in maniera cosciente o inconscia dalle stesse parti del cervello. Insomma cio’ che Freud chiamava inconscio e’ un modo di funzionare del cervello, tanto che adesso si preferisce parlare di processi, memorie, motivazioni, etc  inconsci.

La maggior parte del funzionamento del cervello avviene in maniera inconscia. Questo perche’ il compito principale del cervello e’ quello di proteggere il nostro corpo e farlo sopravvivere almeno finche’ non si ha la riproduzione.

Questo richiede la raccolta e memorizzazione continua di informazioni e la loro elaborazione velocissima che e’ fuori discussione che si possa fare a livello cosciente. Immaginate per un momento il salto che fate sul marciapiedi quando sentite una macchina avvicinarsi: prima ancora che vi rendiate conto di cosa sta succedendo, il cervello, procedendo in maniera inconscia e attingendo al suo enorme “database” di pericoli e azioni da fare raccolto nel passato, vi fa balzare sul marciapiedi.

Lo scopo principale di John Bargh e’ di mostrare come fatti avvenuti molto tempo fa (nel passato) oppure avvenuti solo pochi minuti fa (nel presente) o addirittura aspettative riguardante eventi che si svolgeranno nel futuro, possano influire sulle nostre azioni senza che nemmeno ce ne rendiamo conto.

Per dimostrarlo , ci mostra il risultato di alcuni esperimenti sorprendenti:

  • Se, per quache motivo, venite a contatto con qualcosa di caldo come un bicchiere pieno di caffe’, siete piu’ disposti a dare fiducia alle persone accanto a voi. Perche’? Perche’ da piccoli il vostro cervello ha imparato subito che si poteva fidare delle persone “calde” che vi accudivano tenendovi stretti a se.
  • Per indurre gli elettori a votare per un partito conservatore, bisogna convincerli che vivono in grande pericolo a causa di “nemici”. Viceversa una societa’ che si sente al sicuro e ben protetta tende a votare per un partito progressista.

Molti di questi esperimenti si basano sugli effetti del cosiddetto priming : l’esposizione a uno stimolo influenza la risposta a stimoli successivi. Ad esempio nel primo esperimento, i partecipanti “per caso” incontrano uno degli esaminatori con un bicchiere pieno di caffe’ caldo o ghiacciato che gli chiede se, per favore  puo’ tenergli il bicchiere per un po’. Questo contatto casuale richiama memorie inconsce dell’infanzia e questo influenza i risultati del test a cui viene sottoposta la persona subito dopo.

Commenti : Il contenuto del video e’ sviluppato in dettaglio in un libro dello stesso autore che si puo’ trovare anche tradotto in italiano :

A tua insaputa: La mente inconscia che guida le nostre azioni

Altri applet di neuroscienze

Il video ha come indirizzo
https://www.youtube.com/watch?v=QWdDRVhhx8A

Autore: John Bargh
© Talks at Google

Titolo in inglese: Before You Know It: The Unconscious Reasons We Do What We Do

Ricerca di pagine che hanno link a questo materiale .

 

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Tweet

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *