Gli algoritmi si preparano a dominare la Terra

Gli algoritmi si preparano a dominare la Terra

Google's Multilingual Neural Machine Translation System

Introduzione:Mi ha stupito una frase di Elon Musk riportata nel libro Elon Musk: Tesla, SpaceX, and the Quest for a Fantastic Future:la mia peggiore paura e’ che Larry Page (cofondatore di Google)  potrebbe aver gia’ costruito un esercito di robot dotati di intelligenza artificiale e capaci di distruggere l’umanita’.

Queste presentazioni di ricercatori che lavorano a Google sono percio’ estremamente interessanti per farsi un’idea di prima mano su questa affermazione.

Cose da fare: Si tratta di due presentazioni in inglese  . Cliccare sulle due immagini sopra per far partire i video.

Il primo video di TedX e’ di Jeff Dean che parla delle possibilita’ offerte da un algoritmo detto Deep Learning (Apprendimento profondo) che permette  l’apprendimento automatico del computer .

Il secondo video di Stanford e’ piu’ tecnico e dura piu’ di un’ora . Il ricercatore Melvin Johnson presenta nei dettagli il metodo usato da Google Traduttore per tradurre tra due lingue qualsiasi. Questo metodo si basa su Deep Learning ed e’ chiamato Google Neural Machine Translation (GNMT).

Cosa succede: L’Intelligenza Artificiale(AI)  (e la traduzione automatica) e’ nata assieme al computer: si pensava che poi la nostra intelligenza non fosse cosi’ eccezionale e che bastava scrivere un algoritmo astuto per riuscire a superare l’uomo.
Era un’idea ingenua e gli sforzi fatti allora sono stati abbandonati. Ma si e’ visto, creando programmi che superavano l’uomo in compiti molto limitati (come il gioco degli scacchi), che bastava usare i punti di forza del computer (rispetto all’uomo) per riuscirci. Il computer sara’ uno scemo che riesce a fare solo operazioni tra i numeri ma riesce a farle in maniera velocissima e soprattutto e’ in grado di accedere a un mole di dati immensa. Ed e’ cosi’ che con Deep Learning sono stati costruiti degli algoritmi di nuovo tipo basati su questi punti di forza.

L’algoritmo di base e’ semplice ma viene usato per analizzare una mole enorme di esempi di traduzioni fatte da esperti (ora disponibili senza problemi sul web) imparando a poco a poco ogni possibile “trucco” riguardante la traduzione .

Una volta avvenuto l’addestramento (che dura  circa due settimane per coppia di lingue su una rete specializzata di cpu dette TPU), il programma e’ in grado di tradurre un testo qualsiasi. Il programma viene gia’ usato per una diecina di lingue (l’italiano ancora non c’e’). I risultati sono nettamente superiori a quelli ottenuti dal programma precedente che usava metodi  basati sulla statistica e diversi da lingua a lingua.

Ed e’ qui la maggiore forza del nuovo programma : si presenta come un traduttore universale che, una volta opportunamente addestrato, potra’ tradurre un testo da una qualsiasi lingua in un’altra lingua. Dato che i linguaggi si evolvono in continuazione esso sara’ periodicamente riaddestrato. Vedremo quando riuscira’ a superare anche il migliore traduttore umano.

Commenti:

Altri applet di informatica

I materiali hanno come indirizzo

https://www.youtube.com/watch?v=BfDQNrVphLQ
Autore: Jeff Dean
© TedX Talks

https://www.youtube.com/watch?v=nR74lBO5M3s
Autore: Melvin Johnson
© stanfordonline

Titoli in inglese: How will artificial intelligence affect your life , Google’s Multilingual Neural Machine Translation System

Ricerca di pagine che hanno link a questo materiale .

Tweet

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *