Animali velenosi

Animali velenosi

VENOM: Nature’s Killer Cocktails

Introduzione: Il veleno e’ un mezzo trovato dagli esseri viventi per difendersi dai nemici e sopravvivere. Praticamente ogni tipo di essere vivente dalle piante ai rettili agli insetti ai ragni, etc ha scoperto questo tipo di arma. Ha il vantaggio di poter essere usata anche da esseri deboli che non possono muoversi per fuggire o combattere in altro modo.
Ci sono due tipi di esseri viventi “velenosi” : quelli che vi avvelenano solo perche’ inavvertitamente li toccate, oppure ingerite il veleno (in questo caso in inglese si parla di poison). Oppure quelli che attaccano la vittima iniettandogli il veleno (venom in inglese). Qui si parla di venomous animals.

Cose da fare: Si tratta di 2 video in inglese sull’argomento: cliccate sulle immagini sopra per farli partire.

Nel primo video Christie Wilcox, giornalista e divulgatore scientifico, fa una presentazione a Talks at Google legata al suo libro Venomous: How Earth’s Deadliest Creatures Mastered Biochemistry dove parla di quest’ultimo tipo di animali. Questa presentazione contiene immagini e riprese video e dura circa un’ora.

La seconda presentazione di circa 5′ del canale youtube It’s ok to be smart riassume i punti principali della lunga presentazione precedente ( e del libro).

Cosa succede:I veleni dei serpenti e altri animali velenosi sono un cocktail di sostanze chimiche sofisticate che mostrano a quale perfezione arriva l’evoluzione. Devono essere cosi’ perche’ devono riuscire a immobilizzare e uccidere la vittima prima che reagisca .

I veleni sono di grande interesse perche’ ci possono insegnare come fare dei farmaci efficaci. Pensateci un po’ : ognuna delle circa cento sostanze di un veleno viene costruita da un gene apposito con lo scopo preciso di agire in una parte del corpo della vittima. Attualmente decine di farmaci ottenute da veleni curano milioni di persone nel mondo ma esistono in natura migliaia se non milioni di tossine che aspettano di essere studiate. Questo video di National Geographic  vi spiega questo in due minuti.

L’uso dei veleni da parte di una specie richiede lo sviluppo di un organo apposito molto simile a una siringa ipodermica ma molto piu’ veloce che serve per somministrare il veleno. Una volta usato il veleno, l’animale ha bisogno di alcuni giorni per rifare la scorta e in questo periodo e’ vulnerabile. Una situazione che non e’ favorevole alla sopravvivenza e spiega perche’ il veleno non sia stato usato dai mammiferi (a parte il bradipo). Questi hanno preferito delle armi piu’ affidabili come l’uso di zanne, artigli,etc. e della forza.

Ma l’arma fondamentale scoperta dai nostri antenati mammiferi che li ha aiutati a sopravvivere in un mondo dominato da rettili velenosi e’ stata quella di sviluppare una vista fenomenale che gli permetteva di vedere il serpente mimetizzato nella natura e scappare via. Cosi’ (almeno secondo alcuni) abbiamo sviluppato il nostro super cervello mentre i poveri serpenti sono rimasti col loro cervellino e con una vista che li rende mezzi ciechi rispetto a noi!

Commenti: Christie Wilcox scrive il blog scientifico Science Sushi sul sito della  rivista Discover.

 

Altri applet di scienze biologiche

I materiali hanno come indirizzo

https://www.youtube.com/watch?v=KHJe56YAfHQ

Autore:Christie Wilcox
© Talks at Google

https://www.youtube.com/watch?v=Qd92MuVZXik
© It’s ok to be smart

Titoli in inglese: Venomous: How Earth’s Deadliest Creatures Mastered Biochemistry ,VENOM: Nature’s Killer Cocktails

Ricerca di pagine che hanno link a questo materiale .

Tweet

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *