Quali lavori i computer non riescono ancora a fare

Quali lavori i computer non riescono ancora a fare

Introduzione: Uno studio dell’Universita’ di Oxford ha indagato sull’effetto del computer su 702 lavori trovando che circa meta’ sono a rischio. Percio’ l’interesse a scoprire cosa rende un lavoro inadatto al computer, in modo da indirizzare le nuove generazioni verso questo tipo di lavori.

Cose da fare: Si tratta di  un video in inglese. Cliccare sull’immagine sopra per farlo partire.  E’ una presentazione TED. Questo video ha  sottotitoli e trascrizione italiana.

Cosa succedeAnthony Goldbloom, esperto di intelligenza artificiale, spiega come allo stato attuale il computer eccelle nell’apprendimento automatico nei campi dove sono disponibili enormi quantita’ di dati. Quindi tutti i lavori che richiedono questo tipo di esperienza saranno poco a poco automatizzati. Invece nelle professioni in cui bisogna affrontare in continuazione nuovi problemi in presenza di dati insufficienti, gli umani eccellono.

Per esempio le diagnosi delle malattie o lo studio della linea di difesa di un avvocato per il suo cliente saranno affidate al computer perche’ puo’ considerare tutti i dati disponibili. Viceversa i lavori creativi sono un tipico esempio dove il computer non ha , al momento attuale, nessuna base per poter dare delle soluzioni adeguate.

Commenti: Preferisco vedere questa divisione di lavoro tra computer/robot e umani non come una contrapposizione ma come una collaborazione dove ognuno fa le cose che sa fare meglio. Un esempio interessante di questa collaborazione sono i progetti di citizen science come Galaxy Zoo. Galaxy Zoo e’ il tentativo di classificare prima milioni ed adesso miliardi di galassie man mano vengono fotografate. La prima fase del progetto ha avuto risultati eccellenti ma ora la mole di dati impongono l’uso di computer opportunamente addestrati. In questo video con sottotitoli in italiano:Cyborgs in the Galaxy Zoo , uno dei cofondatori del progetto spiega come sara’ organizzata questa seconda fase in cui si utilizzera’ l’apprendimento automatico di cui parla Anthony Goldbloom.

Altri applet di informatica

I materiali hanno come indirizzo

http://www.ted.com/talks/anthony_goldbloom_the_jobs_we_ll_lose_to_machines_and_the_ones_we_won_t?language=it
Autore: Anthony Goldbloom
© TED Conferences

Titoli in inglese: The jobs we’ll lose to machines — and the ones we won’t

Ricerca di pagine che hanno link a questo materiale .

Tweet

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *