Il Grande Disegno

Il Grande Disegno

Introduzione: Sean Carroll e’ un fisico teorico ateo che cerca di convincerci che la spiegazione scientifica e’ ormai in grado di dare significato alla nostra vita rispondendo a domande sull’origine dell’Universo, sul significato delle leggi fisiche, sull’origine della vita nell’universo e sul significato della nostra vita di esseri coscienti.

Cose da fare: Si tratta di un video in inglese con sottotitoli in inglese con una presentazione a Talks at Google di circa un’ora. Cliccate sulla figura sopra per farlo partire .

Nonostante la presentazione sia collegata a un libro(The Big Picture) dove l’idea e’ sviluppata con grande dettaglio, la presentazione e’ autosufficiente e non e’ necessario leggere il libro per comprenderla. Essa contiene diverse slides ed e’ ad un livello comprensibile a tutti.

Cosa succede: Nella prima parte della presentazione Sean Carroll presenta l’essenza della Scienza come un’unica formula che si puo’ stampare su una maglietta e che e’ alla base di quella che chiama Core Theory (teoria di base). Al nostro livello , questa teoria, secondo Sean Carroll, e’ gia’ completa: e’ tutto quello che ci serve per spiegare cio’ che succede intorno a noi sulla Terra. Anche se in futuro si riesce a trovare una teoria della gravita’ quantistica o altre teorie piu’ raffinate, per noi, come persone che vivono sulla Terra non cambierebbe niente.

La presentazione comincia con una storia esemplare che e’ praticamente identica a quella dell’infermiera di Piombino accusata di aver ammazzato 12 pazienti e poi rilasciata. In questo caso si tratta di un’infermiera danese e l’errore giudiziario e’ dovuto a un cattivo uso della matematica: un aumento casuale di morti era perfettamente spiegabile con la statistica ma la gente voleva a tutti i costi attribuirgli una causa. Questo aneddoto serve a introdurre il metodo scientifico che e’ nato dall’idea di base che ogni cosa succede per una causa. Quest’idea fu anche enunciata in un principio filosofico : il principio di ragion sufficiente.

In effetti la spiegazione fisica che si e’ sviluppata in seguito negli ultimi 500 anni ha mostrato che le leggi della fisica finite nella Core Theory non descrivono i fenomeni naturali come causa ed effetto ma bensi’ come configurazioni che devono essere rispettate nell’evolversi degli eventi. Una sorprendente proprieta’ di questa descrizione e’ che le leggi fisiche descrivono tutti fenomeni reversibili.

Il fatto che i fenomeni a livello macroscopico   sono quasi tutti irreversibili e’ stato spiegato in seguito come una proprieta’ emergente di sistemi contenenti un numero enorme di particelle (vedi figura sopra).  E’ questa la freccia del tempo  esemplificata dall’uovo rotto che non puo’ tornare indietro e riformarsi . Allo stesso modo si spiega causa ed effetto e l’aumento del disordine(entropia).

L’entropia aumenta nel tempo perche’ il numero di stati disordinati e’ maggiore di quello degli stati ordinati. Ma come mai l’entropia dell’Universo non ha gia’ raggiunto il suo valore massimo? La risposta l’abbiamo avuta con la scoperta che l’Universo era cominciato da uno stato ordinato solo 13,8 miliardi di anni fa col Big Bang. Stranamente l’aumento dell’entropia puo’ essere reso piu’ veloce creando dei sistemi di grande complessita’ come gli esseri viventi.

Siamo alla fine  della presentazione dove Sean Carroll mostra come la coscienza puo’ essere  anch’essa interpretata come una proprieta’ emergente del cervello.

Commenti: Nella presentazione Sean carroll non parla mai ne’  di Dio ne’ di ateismo ma solo di idee filosofiche da lui chiamate naturalismo poetico.  Potete approfondire le sue ide in proposito in queste due interviste:

Godless Universe: A Physicist Searches for Meaning in Nature

The natural world is the only world, theoretical physicist Sean Carroll argues in a new book (intervista a Scientific American)

Sean Carroll – Arguments for Atheism?

(intervista a Closer To truth)

Altri applet di concetti base

Il materiale ha come indirizzo

https://www.youtube.com/watch?v=x26a-ztpQs8
Titolo in inglese The Big Picture
© Talks at Google
Autore: Sean Carrol

Ricerca di pagine che hanno link a questo materiale .

Tweet

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *