Meditazione guidata da sensori

Meditazione guidata da sensori

Introduzione: La meditazione viene usata con successo per ridurre lo stress. Potrebbe essere guidata dai dati di sensori che monitorano alcune funzioni del nostro corpo senza piu’ richiedere l’aiuto di un teraupeta?

Cose da fare: Si tratta di una presentazione a Talks at Google  in inglese.  Cliccare sull’immagine sopra per far partire il video.

Il video e’ di un ricercatore Rohan Dixit  che parla delle possibilita’ offerte da sensori di questo tipo.

Cosa succede:Rohan Dixit, un ricercatore di neuroscienze che ha creato una propria startup BrainBot, dimostra l’uso di sensori collegati a uno smartphone per aiutarci a meditare. L’idea di base e’ simile a quella del biofeedback.

Monitorando in continuazione alcuni processi del corpo che sono alterati dalla meditazione come onde cerebrali, la respirazione, i battiti del cuore si puo’ diventare coscienti dei cambiamenti che portano a uno stato meditativo.

Rohan Dixit presenta anche alcune installazioni “artistiche” dove un gruppo di persone cercano di sincronizzarsi sfruttando il fatto che lo stato meditativo aumenta l’empatia.

L’interesse maggiore di queste tecniche e’ nel rendere piu’ facile l’addestramento alla meditazione che ora dipende essenzialmente dalla comunicazione orale con un teraupeta . Anche l’uso della meditazione per la riduzione dello stress diventa piu’ facile come dimostra Rohan Dixit cercando di entrare in uno stato meditativo nello stesso momento in cui fa la presentazione.

Commenti:

Altri applet di informatica e neuroscienze

I materiali hanno come indirizzo

https://www.youtube.com/watch?v=Mmhs-jjaNGI
Autore: Rohan Dixit
© Talks At Google

Titoli in inglese: Rohan Dixit

Ricerca di pagine che hanno link a questo materiale .

Tweet

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *