Perche’ le dita si raggrinziscono dopo essere state a mollo nell’acqua

Perche’ le dita si raggrinziscono dopo essere state a mollo nell’acqua

Introduzione: Solo l’uomo assieme  ai cugini primati ha questa capacita’. Ma a cosa ci serve?

Cose da fare:Si tratta di un video di TedEd .  Cliccate sull’immagine sopra per farlo partire. Ha sottotitoli in inglese e dovrebbe avere a breve anche quelli in italiano.

Cosa succede: Questa nostra capacita’ non e’ una risposta automatica della pelle quando e’ immersa nell’acqua, e’ invece creata dal cervello! Infatti puo’ essere usata come test per vedere se un particolare nervo funziona. Ma perche’ l’evoluzione ci ha dotato di questa capacita’? Quali vantaggi ci avrebbe portato. L’ipotesi portata avanti dall’autore dell’animazione e’ affascinante : le rughe servono per migliorare la presa degli oggetti in acqua.

Ma il consenso non e’ ancora unanime : si veda ad esempio questo studio successivo.

Commenti: Potete vedere un breve documentario sulla ricerca sul canale youtube SciFri collegato alla trasmissione televisiva Science Friday.

Mark Changizi e’ un famoso neurobiologo esperto di evoluzione  che ha scritto il libro divulgativo  The Vision Revolution dove spiega i vari fenomeni collegati alla visione in maniera originale proponendo tutta una serie di esperimenti per controllare le sue ipotesi. Potete vedere il suo metodo in funzione in questa presentazione : Why do we see illusions(con sottotitoli in italiano).

Altri applet di scienze biologiche

Il materiale ha come indirizzo http://ed.ted.com/lessons/pruney-fingers-a-gripping-story-mark-changizi

e fa parte della raccolta di video TED-ed Lessons Worth Sharing.
© TED Conferences

Il suo autore e’ Mark Changizi
Titolo in inglese: Pruney fingers: A gripping story

Ricerca di pagine che hanno link a questo materiale .

Tweet

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *