Informazione, ordine, disordine

Informazione, ordine, disordine

What is random?

What is not random?

Introduzione: Solo con l’avvento del computer l’informazione e’ stata definita in modo quantitativo. Allora e’ risultata apparente la sua profonda connessione con l’ordine e il disordine dei fenomeni fisici nonche’ con l’evoluzione dell’universo.

Cose da fare: Si tratta di 3 video dei canale youtube Vsauce e Veritasium : i due responsabili hanno collaborato per spiegare questa  relazione tra informazione e ordine. I tre video sono in inglese.  Cliccate sulle figure sopra per attivarli.

Nel primo video  e’ spiegata la definizione di informazione .

Nel secondo e nel terzo video si cerca di capire se quello che chiamamo un evento o risultato casuale e’ solo il prodotto della nostra ignoranza, e se davvero, anche disponendo di ogni possibile informazione, qualcosa di completamente casuale puo’ succedere.

Cosa succede: L’invenzione dei computer e la loro programmazione ha immediatamente fatto capire che l’informazione e’ tutto cio’ che puo’ essere messo in forma di 0 e 1 ed essere processato da un computer. Una volta trasformata in una stringa di 0 e 1 possiamo parlare di misura dell’informazione.  Piu’ ordinata e’ la disposizione di 0 e 1 minore e’ il suo contenuto di informazione. In tal caso questa puo’ essere compressa : un esempio illuminante sono proprio i video che state vedendo. L’informazione e’ cosi’ ordinata che e’ possibile ridurre di mille volte il numero di bit necessari per trasferirla attraverso internet.

Insomma nella stringa di 0 e 1 che rappresenta l’informazione effettiva ogni bit e’ davvero casuale, imprevedibile. A questo punto gli scienziati si sono ricordati che esisteva gia’ in fisica una grandezza che misurava il disordine in natura : l’entropia. Entropia e quantita’ d’informazione misurano la stessa cosa. Si sa che l’entropia dell’Universo aumenta con l’andare del tempo e quindi anche l’informazione aumenta. Ma da dove viene questa nuova informazione? Da fenomeni che producono risultati imprevedibili.

Ma esistono fenomeni in natura che producono risultati casuali? I lanci di dadi e di monete producono qualcosa del genere ma solo a causa della nostra ignoranza e del fatto che basta una piccola fluttuazione per cambiare completamente un risultato. Gli unici fenomeni veramente casuali sono quelli quantistici. Ogni volta che si fa una misura il risultato e’ completamente imprevedibile ed aggiunge una nuova informazione all’Universo.

Commenti:

Altri applet di concetti base

I materiali hanno come indirizzo

https://www.youtube.com/watch?v=zUDqI9PJpc8,

https://www.youtube.com/watch?v=9rIy0xY99a0

https://www.youtube.com/watch?v=sMb00lz-IfE

e fanno parte delle raccolte di video Veritasium e Vsauce

Autori: Derek Muller, Michael Stevens e Derek Muller

© Michael Stevens, Derek Muller

Titoli in inglese: How Much Information? ,What is random?, What is NOT random?

Ricerca di pagine che hanno link a questo materiale .

 

Tweet

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *