Cosa possiamo imparare da una muffa

Cosa possiamo imparare da una muffa

Introduzione: Non e’ sorprendente che le formiche o le api formano delle societa’ che mostrano un comportamento intelligente. Dopo tutto ogni insetto e’ un organismo dotato di organi simili ai nostri. Che ne dite se a mostrare un comportamento intelligente e’ una societa’ formata da singoli organismi unicellulari ?

Cose da fare: Si tratta di un video di TED. La figura sopra  fa partire il  video in inglese  (sottotitoli e trascrizione in italiano dovrebbero apparire a breve).

Cosa succede: L’artista Heather Barnett ci parla di un curioso organismo unicellulare : la muffa melmosa (nome scientifico Physarum polycephalum). Le cellule  possono vivere separatamente ma possono anche formare un unico organismo collegandosi l’una all’altra con dei canali a formare un’unica supercellula . Organizzati in questo modo presentano una marcata intelligenza.

Costituiscono un vero e proprio computer biologico. La muffa si nutre di semi di avena e sono proprio questi che si usano in esperimenti computazionali. Nella figura  sopra potete vedere il risultato di uno degli esperimenti piu’ interessanti. La muffa viene messa inizialmente in un labirinto senza cibo e naturalmente esplora il labirinto alla sua ricerca riempiendolo completamente. Se ora si mettono due semi d’avena in due posti diversi, in poche ore si riorganizza in modo da collegare tutti i suoi nuclei lungo la strada piu’ breve tra le due sorgenti di cibo. Cosi’ tutti i nuclei possono nutrirsi.

Questa attivita’ di esplorazione sistematica di un territorio produce interessanti configurazioni che possono essere pilotate da un artista mettendo i semi di avena in posti a sua  scelta. Esso da’ anche luogo a interessanti video time-lapse (la muffa si muove di qualche centimetro all’ora).

Come fanno i nuclei nella muffa a comunicare? C’e’ un trasporto continuo di fluidi e nutrienti avanti e indietro attraverso i canali. Inoltre la muffa muovendosi lascia una traccia chimica per terra che gli permette di sapere se e’ gia stata o no in un posto. In apparenza questi semplici elementi gli permettono di trovare nuove fonti di cibo e sfruttarle in maniera efficiente.

Commenti:

Altri applet di scienze biologiche

Il video ha come indirizzo :http://www.ted.com/talks/heather_barnett_what_humans_can_learn_from_semi_intelligent_slime_1 e fa parte della raccolta TED Ideas worth spreading.

Autore: Heather Barnett
© TED Conferences

Titolo in inglese: What humans can learn from semi-intelligent slime

Ricerca di pagine che hanno link a questo materiale 

Tweet

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *