100 anni di cristallografia a raggi x

100 anni di cristallografia a raggi x

Georgina Ferry on X-ray crystallography

A Case of Crystal Clarity

Introduzione: Sembra incredibile ma gia’ cento anni fa fu inventata una tecnica che permetteva di vedere gli atomi in un cristallo.

Cose da fare: Si tratta di tre brevi video introduttivi sull’argomento in inglese.  Per attivarli cliccare sulle immagini sopra.

Il primo video della Royal Institution e’ un  cartone animato che ripercorre velocemente questi primi cento anni di questa tecnica che viene usata in innumerevoli ricerche di avanguardia.

Il secondo video della Wellcome Collection  e’ una presentazione da parte di un ricercatore con una descrizione piu’ accurata di come viene applicata questa tecnica nella pratica.

Infine il terzo video di Oxfords Sparks ripresenta la tecnica  con un cartone animato  utilizzando un simpatico personaggio e mostrando come un’accurata ricostruzione della posizione degli atomi in una molecola dipende dalla creazione di un cristallo il piu’ possibile puro.

Cosa succede:La cristallografia a raggi X inventata e usata per la prima volta dai Bragg padre e figlio e’ una tecnica molto semplice che consiste nel ruotare un cristallo della molecola che si vuole ricostruire davanti un fascio di raggi X producendo un’immagine simmetrica di  punti su una lastra fotografica. A partire da questa immagine e’ possibile, applicando una particolare procedura, risalire alla struttura 3D della molecola.

Commenti: L’ultimo video ha una pagina di spiegazioni (in inglese)

Altri applet di fisica atomica

I materiali hanno come indirizzo:

https://www.youtube.com/watch?v=uqQlwYv8VQI
Titolo in inglese : Celebrating Crystallography – An animated adventure
© The Royal Institution

https://www.youtube.com/watch?v=RkRYe1J7cHE
Titolo in inglese:  Georgina Ferry on X-ray crystallography
© Wellcome Collection

https://www.youtube.com/watch?v=Z7hXiKiZZPs
Titolo in inglese: HA Case of Crystal Clarity
© OxfordsSparks

Ricerca di pagine che hanno link a questo materiale .

 

Tweet

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *