Le tracce delle particelle

Introduzione: Guardate le tracce lasciate da particelle come protoni, elettroni, positroni, etc

Cose da fare: Si tratta di una galleria di una decina di immagini. Cliccate su una delle scritte “photo…” per accedere a un’immagine. La finestra viene divisa in due parti e nella parte sopra compare l’immagine vera e propria. Usate il cursore a destra della finestra per poter far scorrere la figura e vederla per intero. Sotto ci sono delle domande sull’immagine che potete ignorare. Per vedere un’altra immagine tornate indietro col tasto “Back” del browser e cliccate su un’altra scritta “Photo…”.

Cosa succede: Stranamente siamo riusciti a vedere i componenti dell’atomo prima dell’atomo stesso. Questo e’ dovuto al fatto che all’inizio del secolo Hess scopri’ che dallo spazio arrivava una pioggia continua di particelle di alta energia. Il passaggio di queste particelle , i raggi cosmici, puo’ essere registrato anche usando un normale pacco di pellicole fotografiche. Dato che esaminare un pacco di pellicole e’ piuttosto difficile, si e’ trovato in seguito un mezzo ancora piu’ facile. Questo consiste nel far passare le particelle attraverso un liquido sul punto di bollire. In questo liquido la particella lascia una traccia formata da una serie di bollicine che viene fotografata da una normale macchina fotografica. Inoltre,invece di aspettare i rari raggi cosmici provenienti dallo spazio, le particelle ad alta energia vengono prodotte in laboratorio da un accelleratore. Queste sono le particelle del fascio che nelle immagini sono dei protoni e lasciano le tracce parallele che attraversano tutta la foto dal basso in alto. Uno di questi protoni ha urtato uno dei nuclei del materiale in ebollizione generando nuove particelle la cui traccia e’ registrata nella foto. Alla pagina a cui e’ attaccato questo documento trovate un’introduzione in inglese al materiale che puo’ essere usato anche per fare misure.

Commenti:

Altri applet di fisica delle particelle

Il materiale ha come indirizzo http://www.ep.ph.bham.ac.uk/user/watkins/seeweb_feb99/BubbleChamber.htm .

Il suo autore e’ Tom Adams.

Titolo in inglese: Bubble Chamber .

Ricerca di pagine che hanno link a questo materiale .

Tweet

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *