Oscillazioni del neutrino

Introduzione: Il neutrino assieme ai quark e agli elettroni e’ uno dei componenti fondamentali della materia. In questo applet potete osservare una curiosa proprieta’ che gli e’ stata attribuita.

Cose da fare: Fate scorrere la pagina fino in fondo oppure cliccate su “run the applet” per vedere l’applet in funzione. L’applet parte con un campione formato solo da neutrini di tipo muone e mostra cosa succede nel tempo,

Cosa succede: Il neutrino e’ stata l’ultima particella stabile ad essere scoperta. Essendo dotata solo di carica debole, cioe’ puo’ interagire solo con la forza debole, essa interagisce pochissimo con la materia. Per questo viene chiamata anche particella fantasma, perche’ pur essendo numerosissima in natura e’ molto difficile rilevarla. In particolare il sole produce una quantita’ enorme di neutrini che si e’ riusciti a rilevare: solo che le misure fatte indicano una quantita’ di neutrini prodotti minore di quella che ci si aspetterebbe. La soluzione a questo dilemma potrebbe essere quella presentata in questo applet: i 3 tipi di neutrini presenti in Natura sarebbero in effetti miscele diverse di 3 stati base indicati come stati 1,2 e 3. (Questa e’ una cosa perfettamente possibile secondo la meccanica quantistica). Ebbene questa miscela cambia nel tempo per cui cio’ che inizialmente era un campione di soli neutrini mu diventa una miscela dei 3 tipi di neutrini(e,mu e tau). Questo spiegherebbe i neutrini mancanti, in quanto il rivelatore vede un solo tipo di neutrino. Questa variazione nel tempo dipende da una matrice che indica a quali miscele di stati 1,2 e 3 corrispondono i 3 neutrini noti in natura. Trovate questa tabella riprodotta in basso nell’applet sotto “Mixing Matrix”.

Commenti:

Altri applet di fisica delle particelle

Il materiale ha come indirizzo http://home.fnal.gov/~para/Superposition1.html .

Il suo autore e’ Adam Para.

Titolo in inglese: Three Family Neutrino Oscillations .

Risorsa trovata con questa ricerca.

Ricerca di pagine che hanno link a questo materiale .

Tweet

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *